Le nuove shopping bag artigianali create dagli “Artisti Speciali”
Le nuove shopping bag artigianali create dagli “Artisti Speciali”

Imparare ad affrontare la malattia diventando un “paziente esperto”. È il progetto avviato dall’Auser territoriale di Prato nei locali del circolo Anna Fondi e poi reso itinerante nelle altre sedi dell’Associazione. L’obiettivo è rendere consapevoli i pazienti affetti da patologie croniche, proponendo un programma per migliorare il proprio stato e trovare un equilibrio anche emotivo. «L’Auser territoriale di Prato – spiega Antonio Potenza, vicepresidente del circolo culturale Anna Fondi- fin dalla sua costituzione è sempre stata attenta ai nuovi metodi di innovazione e apprendimento permanente, per il benessere della persona. La Regione Toscana, già nel piano sanitario 2008/2010, ha promosso percorsi tramite il progetto ‘Paziente Esperto’, poi trasformato poi in ‘Idea’ (Incontri di Educazione all’Autogestione delle malattie croniche). Il programma si rivolge a piccoli gruppi di pazienti cronici come cardiopatici, ipertesi, diabetici o di loro familiari, che vengono coinvolti in un seminario composto da sei sessioni di due ore e mezza ciascuna, una volta a settimana per sei settimane. Durante i seminari i cittadini si raccontano– prosegue Potenza – condividono le ansie, le paure e le sensazioni di convivere con patologie che si portano per tutta la vita. Per fare in modo che il paziente diventi protagonista della propria salute, trasformando il pensiero negativo in positivo».

Made in Sipario, ecco le nuove shopping bag

Sono in arrivo le nuove shopping bag artigianali create dagli “Artisti Speciali” di Made in Sipario, giovani adulti con disabilità intellettiva o in situazione di fragilità. Coloratissime e disponibili in varie forme e dimensioni, le borse in cotone pensate come risposta alla necessità di ridurre il consumo di sacchetti di plastica, saranno presentate in anteprima alla I edizione di Abita, in programma alla Fortezza da Basso di Firenze fino all’8 marzo. Per l’occasione, gli Artisti Speciali organizzeranno un laboratorio al giorno per realizzare insieme ai partecipanti nuove e originali decorazioni. Ecco il calendario: 29 febbraio, 1, 7 e 8 marzo dalle 10.30 alle 11.30; 2, 3, 4, 5, 6 marzo dalle 16 alle 17.«Tanta strada è stata fatta ma ancora tanta ne dobbiamo fare perché “Made in Sipario”, che non è un luogo protetto ma piuttosto un luogo ideale dove lavorare, è anche una realtà fragile –spiega la presidente Stefania Piccini –.Ci sosteniamo da soli ma in occasione della mostra Abita invitiamo tutti a venirci a trovare al nostro stand dovesi potranno acquistare oltre alle nuove shopping bag anche le tovagliette all'americana. Un acquisto solidale che è di grande aiuto per portare avanti la nostra mission, così che tutto quello che abbiamo fatto fino a oggi per e con i nostri Artisti Speciali sia il punto di partenza per un futuro dignitoso e soddisfacente per la loro vita e per il lavoro». Info: www.madeinsipario.com; pagina FB Made in Sipario

Riabilitazione reumatologica, a Firenze il convegno nazionale

Si terrà il prossimo 7 marzo, negli spazi del centro Il Fuligno a Firenze (via Faenza 48), il Convegno nazionale di riabilitazione reumatologica. L’iniziativa è organizzata dal Nis reumatologia, network specialistico dell’AIFI (Associazione italiana fisioterapisti) nato appunto per approfondire la conoscenza nell’ambito della riabilitazione reumatologica. L’obiettivo della giornata è mettere in risalto l’importanza di un approccio multidisciplinare alla riabilitazione, basato sulla conoscenza delle varie metodiche riabilitative. I temi spazieranno dalla diagnosi differenziale all’intervento fisioterapico specializzato, dal dolore neuropatico alle tecniche riabilitative mente-corpo, passando dall’approccio EBM fino alle nuove acquisizioni in reumatologia. Al convegno prenderanno parte come relatori docenti con esperienza decennale e nel corso della giornata si terrà la tavola rotonda “Il percorso del paziente reumatico dalla diagnosi alla cura” composta da figure di varia provenienza specialistica. Info: pagina FB NIS Reumatologia.

Il Movimento Shalom in Senegal, un libro di foto per sostenerlo

Un libro di foto per le iniziative del Movimento Shalom in Senegal. La Onlus è attiva nel Paese africano dal2013 sostenendo le attività sanitarie presso il Posto di Salute nella piccola comunità rurale di Thiel. Qui un infermiere e un’ostetrica offrono le prime diagnosi e cure: Shalom ha provveduto all’acquisto di un’automobile per trasportare le persone e all'installazione di pannelli solari per l’energia elettrica. È stato inoltre acquistato un ecografo e l’ostetrica è stata formata in ecografia fetale. Da circa due anni Shalom ha finanziato la costruzione di un altro Posto di Salute con reparto di maternità in un piccolo villaggio a30 km di distanza, che sarà inaugurato a breve. L’obiettivo è estendere gli interventi in altri villaggi e vigilare che nulla di ciò che è stato fatto perda la sua efficacia. «Per questo - spiegano i referenti del progetto - abbiamo preso contatto con diverse facoltà universitarie di medicina e scienze infermieristiche per stimolare i giovani laureati a fare un’esperienza, faticosa ma gratificante, assieme noi». È possibile contribuire al progetto Senegal del Movimento Shalom acquistando una copia del volume fotografico realizzato dal fotografo Tommaso Tancredi con Lorenzo Fiorini.

Il libro è disponibile presso la sede del Movimento Shalom (via Carducci4, San Miniato, Pisa).

Info: 0571.400462

shalom@movimento-shalom.org