Una ‘foresta’ di auto abbandonate. I cittadini chiedono rapide soluzioni

Il fenomeno si sta spandendo a macchia d’olio a Colle e dintorni e la vicenda è arrivata in Consiglio

Una ‘foresta’ di auto abbandonate. I cittadini chiedono rapide soluzioni
Una ‘foresta’ di auto abbandonate. I cittadini chiedono rapide soluzioni

Una foresta di auto abbandonate. È questa la rappresentazione più similare di quanto è visibile in terra colligiana. La situazione ha assunto anche un’eco sui social. Si sono sprigionati, infatti, diversi utenti che sul gruppo facebook ‘Colle Libera’ fotografano e postano ogni tipo di veicolo abbandonato. Ne è nata, addirittura, un’ironica rubrica chiamata ‘Il salone dell’auto Colle’. Al di là del sarcasmo e della boutade la questione ha assunto un significato di rilievo per molti, di conseguenza un gruppo di cittadini colligiani si è mobilitato interfacciandosi direttamente con gli uffici preposti. La questione è da ascrivere non solo ad una valutazione relativa al degrado, ma anche di mancanza, per queste vetture, di Rca. Viene, comunque, fatto sapere che la polizia municipale ha già avviato delle ricerche sugli intestatari dei veicoli abbandonati, ma ci sono i tempi tecnici del caso. La vicenda per l’importanza che sta riscuotendo è sbarcata anche sui banchi dell’ultimo consiglio comunale. Ciò che ne è venuto fuori è che la responsabilità dell’abbandono dei veicoli è sia del proprietario, ma anche del proprietario dello spazio in cui il veicolo è abbandonato, che quindi viene chiamato in causa insieme al proprietario del veicolo (caso in cui l’abbandono è effettuato su suolo privato). Quando, invece, si parla di un’area pubblica le difficoltà e gli ostacoli che si verificano, come ha ammesso lo stesso primo cittadino, riguardano i costi di rimozione e custodia che spesso sono molto significativi. Il sindaco d’altro canto ha attestato che è a conoscenza della situazione ed essendo il fenomeno crescente si impegnerà per la risoluzione. Il comandante della polizia municipale ha avuto un colloquio con i cittadini interessati alla faccenda, attestando ed informando che annualmente vengono emessi circa 20 verbali a danno dei proprietari abbandonati, ma non è dato a sapere quanti poi è effettivamente il numero dei veicoli rimossi. Al di là del fatto oggettivo delle auto abbandonate il processo tecnico di denunce da fare prima di arrivare alla rimozione e ai costi che ricadono poi sulla collettività al riguardo e i tempi tecnici che ci sono per arrivare all’ultimo atto che è la rimozione, è molto lungo. È per questa che viene prediletta prima la strada del contatto diretto con il proprietario al fine di incentivarlo a rimuovere il veicolo in autonomia, ma questo spesso non arriva ad una soluzione definitiva. La foresta di auto, quindi, continua a crescere ed i cittadini da interessati diventano alterati.

La