Tutela della biodiversità. Un laboratorio di ricerca con Bio-Esperia

BioAgry Lab, una nuova struttura di ricerca congiunta fra l'Università di Siena e Bio-Esperia, è stata costituita per studiare i processi di coltivazione delle piante di interesse agrario. Responsabile scientifico Silvia Celletti, con il professor Stefano Loppi e Francesco Barbagli di Bio-Esperia nel consiglio scientifico.

Tutela della biodiversità. Un laboratorio di ricerca con Bio-Esperia

Tutela della biodiversità. Un laboratorio di ricerca con Bio-Esperia

Si è costituita ’BioAgry Lab’, nuova struttura di ricerca impegnata sui processi di coltivazione delle piante di interesse agrario; questo grazie ad un accordo fra l’Università di Siena e l’azienda Bio-Esperia. Il laboratorio congiunto prende l’avvio grazie a APS Lab del Dipartimento di Scienze della Vita, struttura che studia le piante come bioindicatori dell’inquinamento e la società aretina. Silvia Celletti, ricercatrice del Dipartimento è responsabile scientifico di BioAgry Lab: nel consiglio scientifico anche il professor Stefano Loppi e Francesco Barbagli di Bio-Esperia.