Chiusi, 14 aprile 2018 - A Roma  e a Firenze in 40 minuti, con un «link» diretto da e per Siena. I Frecciarossa sbarcano a Chiusi: dal prossimo dicembre una coppia di treni che viaggiano sulla Roma - Firenze, sia per l’andata che per il ritorno, fermeranno nella rinnovata stazione ferroviaria della cittadina etrusca che proprio a fine febbraio è stata completamente ristrutturata con un investimento di 6 milioni di euro.

La notizia  è emersa ufficialmente ieri a Firenze al termine della riunione del tavolo tecnico composto da Ministero dei trasporti, Regione Toscana, Trenitalia, sindaci di Chiusi e Siena. Ieri è stato anche avviato un percorso per la definizione degli orari e dei servizi integrativi. «Per noi è una rivoluzione - dice il sindaco Bettollini - e la stazione di Chiusi riacquista la sua centralità. È una vittoria per tutte le terre di Siena e per buona parte della provincia di Perugia. Ora la sfida è lavorare tutti insieme per potenziare i collegamenti locali coi comuni limitrofi. Questi treni saranno in aggiunta rispetto a quelli già presenti, quindi una opportunità in più anche per i pendolari».

Entusiasta il primo cittadino di Siena, Bruno Valentini: «Sarà possibile andare dalla nostra città a Roma in 1 ora e 45 minuti. Con questo accordo abbiamo scritto una pagina nuova nella storia dei collegamenti ferroviari del nostro territorio». Soddisfatti pure il vice ministro Riccardo Nencini, l’assessore toscano Vincenzo Ceccarelli e il consigliere regionale Stefano Scaramelli, protagonisti del tavolo tecnico. L’assessore Ceccarelli, ha aggiunto: «Dopo tre anni di lavoro, che ha consentito di creare le condizioni anche infrastrutturali necessarie, salutiamo con soddisfazione la decisione di Trenitalia di riportare una coppia di treni Av nella stazione di Chiusi. Sarà nostro impegno adeguare la programmazione del servizio regionale sulla Siena-Chiusi al fine di consentire il più veloce collegamento con la città di Siena e con il bacino circostante».