Terremoto in Turchia Donazione a Elbistan

Cinque giovani hanno lanciato una raccolta fondi per le popolazioni colpite dal sisma di tre mesi fa.

Terremoto in Turchia  Donazione a Elbistan
Terremoto in Turchia Donazione a Elbistan

Cinque giovani di Poggibonsi organizzano una raccolta fondi per le popolazioni della Turchia colpite dal devastante sisma di tre mesi fa. E attraverso un emissario, distribuiscono 960 euro a Elbistan, uno dei centri dal più pesante bilancio di vittime e distruzioni. "Abbiamo risposto all’appello di un amico, Bayram Altun, cittadino turco e titolare di un kebab nel centro storico di Poggibonsi, che in quella drammatica notte tra il 5 e il 6 febbraio si trovava proprio nel suo Paese di origine": spiega Mattia Ciappi, uno dei promotori del progetto benefico con destinatarie venti famiglie rimaste prive di tutto.

"Ci siamo avvalsi della collaborazione della Caritas e poi anche della Associazione Via Maestra, che durante la più recente edizione di Sbaraccando, a marzo, ci ha messo a disposizione un banco da noi utilizzato come spazio solidale per la vendita di libri, dolci tipici della Turchia e altri articoli. La comunità di Poggibonsi ha fornito una notevole risposta, permettendoci di raggiungere la somma di quasi mille euro in un solo giorno".

Bayram Altun, che in seguito alle tremende scosse ha perduto diverse persone a lui care, è nel frattempo tornato a Poggibonsi e pur in preda al dolore ha ripreso a gestire la sua attività commerciale. "Un suo cugino si è prestato per la consegna del denaro da noi inviato a Elbistan tramite i servizi postali – conclude Mattia Ciappi – e abbiamo saputo di persone in lacrime per la gioia di un contributo che, per quanto piccolo, è servito se non altro per alleviare l’enorme sofferenza di chi adesso è costretto a vivere nei prefabbricati. Un padre non ha trattenuto il pianto, per aver avuto la possibilità di acquistare medicinali per il figlio".

Paolo Bartalini