Gioca e vince al SuperEnalotto, pellegrino della Via Francigena incassa premio da 52mila euro

La schedina vincente è stata realizzata nel punto vendita Sisal Bar Romana in via Pantaneto. Il titolare Paolo Bechelli: "Era un gruppo di camminatori del Nord, hanno puntato all’alba"

Paolo Bechelli titolare del punto vendita Sisal al Bar Romana in Pantaneto, dove è stato centrato un 5 + 1 (Foto Lazzeroni)

Foto Paolo Lazzeroni-Siena-: VINCITA SUPERENALOTTO

Siena, 3 aprile 2024 – La dea bendata bacia Siena. E in particolare il punto vendita Sisal al Bar Romana in Pantaneto, dove è stato centrato un 5 + 1, che ha portato a una vincita da 52.146,15 euro. Paolo Bechelli, titolare del bar con la socia Silvia Pedani, ha ereditato l’attività dal padre: "Abbiamo iniziato 61 anni fa – racconta – e siamo ancora qui. La schedina vincente è stata giocata o venerdì sera tardi con un sistema in abbonamento o sabato mattina all’alba, cosa che mi sembra molto più probabile".

Bechelli ha le idee chiare: "Di solito apro il bar alle 5,45. Sabato mattina alle 6 è venuto a fare colazione un gruppo di pellegrini. La parlata era del nord Italia. Il tempo di un caffè e una giocata, poi si sono messi in cammino lungo la Via Francigena. Certo – il commento – questa persona ha trovato una bellissima sorpresa nell’uovo di Pasqua... ".

Quella di ieri non è tuttavia l’unica vincita nel punto vendita Sisal al Bar Romana: "Nel 1994 abbiamo messo il TotoCalcio, mentre il SuperEnalotto è arrivato nel 1998/99. La prima maxi-vincita è stato un Tredici da 520 milioni di euro nel ’94 – ricorda Bechelli –. L’anno dopo ce n’è stato un altro da 2-300 milioni di euro e l’anno dopo ancora, uno da 100 milioni". Ma la Fortuna ha fatto tappa in Pantaneto anche all’inizio del Duemila: "C’è stata una vincita al SuperEnalotto da 56mila euro, poi altre di importo inferiore – sottolinea il titolare del Bar Romana –. Insomma, quella di sabato è l’ultima in ordine di tempo, ma fa sempre piacere".

Un messaggio al fortunato vincitore? "Assolutamente no – è la risposta senza esitazioni –. Il motivo è semplice: lo studente che vinse 520 milioni non lo ho più visto. Un altro cliente, dopo avere vinto 10mila euro, mi aveva promesso: “Penserò anche a te“. Poi più nulla. Evidentemente, ci sta ancora pensando... ".

Un ragazzo, ordina un caffè e un succo di frutta, poi ironizza: "Vedrai che stavolta il vincitore ti manda una foto... ". "Sicuro – è la replica di Bechelli –. In ogni caso, quel pellegrino festeggerà bene la Pasqua trascorsa a Siena. Quanto a me – è la conclusione –, diamoci appuntamento alla prossima vincita. Il Bar Romana porta bene".