Il rettore Rossi
Il rettore Rossi

Siena, 25 marzo 2020 - Un Capodanno senese che resterà nel ricordo di tutti i contradaioli e i cittadini. Non ci saranno personaggi illustri a tenere la loro lectio magistralis , in passato erano venuti a Siena anche il presidente della Rai Monica Maggioni, Massimo Cacciari, il cardinale Prosper Grech nel 2019, solo per citare alcuni nomi dal 2013 ad oggi. Il coronavirus ha spazzato via ogni celebrazione. La soluzione scelta dai priori delle Contrade è gioco forza più intima. Forse l’unica che in questo momento poteva fare da collante fra le 17 Consorelle, senza distinzione di confini.

Una sorta di abbraccio di bandiere a Siena, sia dentro che fuori le mura. "Desideriamo confermare la nostra richiesta alla cittadinanza invitandola – recita una nota del Magistrato – a manifestare il proprio attaccamento a Siena esponendo, per l’intera giornata, alla finestra o al balcone di casa la bandiera della propria Contrada, pur abitando nel territorio di una Consorella oppure extra-moenia. Ricordiamo anche che le campane dei 17 Oratori di Contrada suoneranno tutte insieme a mezzogiorno".

Una pennellata di colore e di suoni che scaldano il cuore, dunque. Un modo per ricordare l’Antico Capodanno senese senza correre rischi per la salute. Ad esporre i vessilli saranno i cittadini, in modo spontaneo. Non verranno tirate fuori le bandiere dei rioni per evitare movimenti di persone in un periodo nel quale vengono vietati in modo rigoroso.
Di solito il Capodanno senese era l’occasione del saluto da parte del rettore del Magistrato uscente o magari prossimo alla conferma. Ma è ovviamente stato deciso di far slittare l’elezione del primus inter pares fra gli onorandi a quando l’emergenza sanitaria lo consentirà. Claudio Rossi  prosegue dunque il mandato