Protezione civile, una nuova ‘casa’. Centrale operativa nell’ex tribunale

Tra pochi giorni entrerà in funzione in via Alessandro Volta la sede del Centro Operativo Comunale

Protezione civile, una nuova ‘casa’. Centrale operativa nell’ex tribunale

Protezione civile, una nuova ‘casa’. Centrale operativa nell’ex tribunale

Un territorio più sicuro in caso di calamità naturali. La Protezione civile di Poggibonsi ha finalmente una ‘casa’. A novembre entrerà in funzione la sede del Centro Operativo Comunale (COC).

E’ stata realizzata nell’edificio del Comune, in via Alessandro Volta, che per tanti anni ha ospitato l’ex Tribunale. Una centrale operativa per gestire le emergenze e che sarà la ‘casa’ di tutti i volontari delle varie associazioni di protezione civile, coordinati dalla polizia municipale del comando cittadino, che fanno parte della grande macchina dei soccorsi quando vi sono terremoti e alluvioni: la Pubblica Assistenza, la Misericordia di Poggibonsi, la Misericordia di Staggia Senese,la Vab (Vigilanza Antincendi Boschivi) Valdelsa e Anpana. "La Protezione Civile svolge una funzione importante e preziosa per la sicurezza del territorio e della comunità – spiega il sindaco David Bussagli – L’individuazione di una sede operativa è importante per rafforzare il servizio, renderlo autonomo e agevolare il coordinamento fra tutte le forze in campo. Un modo anche per sottolineare la centralità di questo impegno che coinvolge tanti volontari e associazioni che, giorno dopo giorno, con professionalità, disponibilità e dedizione si fanno carico di tutelare la sicurezza dei cittadini e di presidiare fisicamente il territorio nei periodi di allerta e nelle emergenze". Scendendo nei particolari, I locali individuati nel palazzo comunale di via Volta sono stati oggetto di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria. Sono adesso in corso le operazioni per completare gli arredi. Punto cottura, armadi e letti per i turni serali erano già presenti nei locali e saranno integrati con l’installazione di elementi di cucina, pensili, radiatori, materassi, tavoli, armadietti e quant’altro. Apposita segnaletica sarà poi posizionata all’ingresso dell’edificio.

Tutto pronto o quasi, insomma, per l’inaugurazione (la data sarà stabilità nei prossimi giorni) della sede operativa della Protezione civile, dove di fatto troveranno posto la cabina di regia della rete dei soccorsi e tutti i volontari delle associazioni del territorio che entreranno in azione nella malaugurata eventualità di calamità naturali. Una casa dell’emergenza attrezzata e funzionale.