"Pollicino, a gennaio la decisione"

SIENA Nell’ultimo consiglio comunale, la sospensione del pollicino numero 54 è stata al ce...

"Pollicino, a gennaio la decisione"
"Pollicino, a gennaio la decisione"

Nell’ultimo consiglio comunale, la sospensione del pollicino numero 54 è stata al centro di un’interrogazione presentata dai consiglieri dei gruppi Pd e Progetto Siena. L’assessore Tucci ha ricordato le modifiche introdotte dalla passata giunta. "Prima di tale provvedimento – ha detto – la linea 54 transitava otto volte all’ora in via Stalloreggi per un totale di circa centododici transiti nella giornata. L’attestazione della fermata per il centro storico al prato di Sant’Agostino in alternativa a piazza Postierla, per alleggerire via San Pietro e via Stalloreggi dai suddetti transiti, non incide sulla capillarità e fruibilità del servizio".

Si è poi parlato della questione Fontebranda. "Credo sia a tutti evidente – ha detto Tucci – che manovre di svolta dei minibus in entrambi i sensi di marcia all’intersezione tra via Fontebranda e via di Città risultano oggettivamente critiche".

Negli ultimi anni si contano quattro incidenti nel 2023 e 2022, uno nel 2019 e 2018. "Pur riconoscendo l’importanza strategica del trasporto pubblico – ha aggiunto Tucci – abbiamo intenzione di tutelare la sicurezza dei pedoni e la vivibilità del centro storico. Nei prossimi giorni valuteremo soluzione di compromesso che tengano il più possibile insieme funzionalità del servizio e sicurezza. Le legittime rimostranze saranno prese in considerazione per arrivare a una decisione ponderata da gennaio".

Il consigliere Alessandro Masi (Pd) si è dichiarato "non soddisfatto, Siena ha bisogno di essere rimessa in linea sulle priorità di chi ha diritto a passare in centro: nell’ordine, pedoni, funzioni, trasporto pubblico e auto. Invece, al momento al primo posto ci sono le auto".