Terzo giorno di vaccinazioni del personale scolastico e universitario, docente e non docente. La vaccinazione è in corso, ad opera dell’Asl, nella discoteca Papillon a Monteroni d’Arbia: a questo target di soggetti fra 18 e 55 anni è stata riservata la prima fornitura di vaccino AstraZeneca, che per la provincia di Siena consta di 1.100 dosi. Dopo le...

Terzo giorno di vaccinazioni del personale scolastico e universitario, docente e non docente. La vaccinazione è in corso, ad opera dell’Asl, nella discoteca Papillon a Monteroni d’Arbia: a questo target di soggetti fra 18 e 55 anni è stata riservata la prima fornitura di vaccino AstraZeneca, che per la provincia di Siena consta di 1.100 dosi. Dopo le prime due giornate di giovedì e venerdì, si prosegue oggi con ancora duecento vaccinazioni al giorno (per un totale di 800 nelle quattro tornate) dei soggetti che si sono prenotati sul portale regionale ‘Prenotavaccino’ e sempre nello stesso orario, dalle 14 alle 19; domani poi, per l’ultima giornata, le vaccinazioni saranno fatte la mattina, dalle 9 alle 13. E cambierà anche il luogo: sarà una sorta di prova generale per la vaccinazione di massa che deve svolgersi sul territorio. Per cui saranno somministrate cento dosi al poliambulatorio di Pian d’Ovile a Siena – che in questa fase sostituisce il PalaGiannelli, già individuato come hub primario nel capoluogo, ma ancora non disponibile -, cinquanta a testa al palazzetto del Bernino a Poggibonsi, alla sala polivalente Ex Macelli a Montepulciano e alla palestra della scuola elementare di Abbadia San Salvatore, per un totale di 1.050 dosi su tutto il territorio provinciale. Poi da lunedì partirà un’altra fase molto attesa: attraverso l’accordo firmato fra Regione e Medici di medicina generale si avvia in tutta la Toscana la vaccinazione degli ultraottantenni. Saranno i medici di famiglia a contattare i loro assistiti, ad averne il consenso alla vaccinazione, a fissare l’agenda delle prenotazioni e ad effettuare anche le somministrazioni. Lunedì il via sarà con il ‘vaccine day’ della medicina generale, una sorta di prova in un ambulatorio per provincia.

p.t.