L’impatto in cui è rimasta ferita la coppia
L’impatto in cui è rimasta ferita la coppia

Siena, 22 giugno 2019 - Sono in prognosi riservata marito e moglie di San Gimignano coinvolti l’altro ieri nel pauroso incidente in via Galvani, a Poggibonsi, che purtroppo si conferma una delle strade in assoluto più pericolose della città. La coppia, 70 anni lui, 63anni lei, è ricoverata al Policlinico delle Scotte, dove è stata portata subito dopo il drammatico schianto. I coniugi di San Gimignano hanno riportato ferite assai gravi e per guadagnare tempo prezioso era intervenuto anche Pegaso. Solo lievi conseguenze, per fortuna, per l’uomo che viaggiava su un’altra delle quattro auto coinvolte nel tremendo incidente. Che ha riacceso le polemiche sulla estrema pericolosità di via Galvani: un lungo rettilineo che invita a premere sull’acceleratore e teatro troppo spesso di investimenti di pedoni o di scontri tra auto come quello in cui ad avere la peggio è stata la coppia di San Gimignano.

Via Galvani da tanti anni, ormai, è nell’elenco delle strade urbane più a rischio, in compagnia di viale Marconi, via Trento, via XX Settembre. Senza contare le strade extraurbane come la 68 tra Poggibonsi e Colle, la Cassia per Barberino, la Cassia per Castellina in Chianti, e la Palio, l’arteria più a rischio. Nella stessa giornata sulle strade valdelsane ci sono stati altri tre incidenti. Il bilancio è di due feriti. Uno è avvenuto proprio sulla infida Cassia tra Poggibonsi e Barberino. Un’auto è finita fuori strada e il settantenne che era alla guida ha riportato leggere conseguenze. Alle Grillaie, invece, all’immediata periferia di Poggibonsi, c’è stato uno scontro due auto e uno degli occupanti, un 67enne di Siena, è rimasto lievemente ferito. Trattandosi di una strada piuttosto transitata, ci sono stati da subito problemi di traffico.

Senza conseguenze per le persone, infine, un fuori strada sulla 68. L’incidente più drammatico è senza dubbio quello di via Galvani in cui sono rimasti gravemente feriti marito e moglie di San Gimignano entrambi in prognosi riservata alle Scotte. Le polemiche sulla pericolosità di questa strada sono riesplose immediatamente. Mentre la polizia municipale del comando cittadino effettuava i rilievi e il 118 prestava i primi soccorsi ai feriti, nel capannello di persone che si era formato sul luogo dell’incidente c’era chi puntava il dito contro l’eccessiva pericolosità di via Galvani, sollecitando misure immediate per la sicurezza del traffico e dei pedoni.