PINO DI BLASIO
Cronaca

Gli dei se ne vanno, restano gli arrabbiati

Siena piange la scomparsa di due grandi personaggi: il professor Francioni, che ha aperto l'Università al mondo, e Antonio Paolucci, legato alla città per i suoi tesori d'arte.

Nello spazio di 24 ore Siena, assieme a Firenze e Roma, ha pianto la scomparsa di due grandi personaggi. Prima il professor Francesco Francioni, che ha fatto crescere l’Università aprendola al mondo e germogliando in tanti suoi studenti la passione per il diritto internazionale. Poi Antonio Paolucci, legatissimo a Siena soprattutto per i suoi tesori d’arte, per le tante amicizie che qui coltivava, a partire da Roberto Barzanti, e per una brevissima stagione deputato generale della Fondazione Mps. Resistette quattro mesi, non riuscì a sopportare le baruffe e i balletti di quello che definì "il partito tribù". A riprova che avevano ragione gli Area quando cantavano ’gli dei se ne vanno, gli arrabbiati restano’.