Falstaff a Windsor, la sfida: "L’epilogo di una trilogia dedicata agli antieroi"

Alessandro Benvenuti apre da attore sul palco la stagione dei Teatri di Siena "Ugo Chiti mi ha dedicato questo personaggio, così distante da me" .

Falstaff a Windsor, la sfida: "L’epilogo di una trilogia dedicata agli antieroi"
Falstaff a Windsor, la sfida: "L’epilogo di una trilogia dedicata agli antieroi"

Si apre il sipario sulla nuova stagione dei Rinnovati e il primo a salire sul palco sarà proprio Alessandro Benvenuti, direttore artistico dei Teatri di Siena. Porta in scena, da oggi a domenica, uno spettacolo di Ugo Chiti, che mescola in sé i toni della commedia ‘Le allegre comari di Windsor’ di William Shakespeare, dalla quale è liberamente tratto, a quelli più drammatici presi in prestito da altre opere del drammaturgo inglese, come Enrico IV ed Enrico V.

"’Falstaff a Windsor’ – racconta Benvenuti – è uno spettacolo che mescola insieme grande divertimento a momenti profondi, più vicini alla mia caratteristica anche di drammaturgo, oltre che di attore. Ugo Chiti mi ha dedicato questo personaggio, così lontano fisicamente e individualmente da me. Una bella sfida". Questo spettacolo è anche la fine di una trilogia dedicata alla figura dell’antieroe, iniziata con ’Nero Cardinale’ del 2002 (testo originale di Chiti) e proseguita con ‘L’avaro’ di Molière, frutto della collaborazione di Benvenuti con Chiti e con la compagnia Arca Azzurra, formata da Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimistri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Cioni, Paolo Ciotti ed Elisa Proietti.

Un’apertura di stagione che Benvenuti ha deciso di vivere nel doppio ruolo di protagonista e direttore artistico, quindi, forte di un rapporto ormai consolidato con il pubblico senese. "Ho fortemente voluto che, subito dopo il debutto, la prima tappa della tournée fosse a Siena – racconta ancora Benvenuti, che nei giorni scorsi è andato in scena per due repliche al teatro comunale Niccolini di San Casciano Val Di Pesa – una città che ho imparato a conoscere e ad amare in questi anni di direzione artistica dei Teatri. Inaugurare la stagione è una bella responsabilità, che mi assumo volentieri".

Domani alle 18, l’intera compagnia sarà alla caffetteria del foyer dei Rinnovati per un incontro con il pubblico, primo appuntamento di ‘Datazero: chiacchiere con il pubblico prima dello spettacolo’. Il prossimo appuntamento del programma sarà per il 24, 35 e 26 novembre con ‘La locandiera’ di Carlo Goldoni con Sonia Bergamasco, Marta Cortellazzo Wiel, Ludovico Fededegni, Giovanni Franzoni, Francesco Manetti, Gabriele Pestilli, Marta Pizzigallo e Valentino Villa, per la regia di Antonio Latella. Come ogni anno, tutti gli spettacoli nella programmazione dei teatri senesi prevedono tre repliche: il venerdì e il sabato alle 21 e la domenica alle 17. In tutto saranno quindici appuntamenti, tra prosa e danza, fino ad aprile.

Riccardo Bruni