Estrazione, l’ora della verità L’Istrice ’attende’ dal 2012

Quattro Contrade per completare il canape. Rischio pioggia ma tutti in Piazza

Estrazione, l’ora della verità  L’Istrice ’attende’ dal 2012
Estrazione, l’ora della verità L’Istrice ’attende’ dal 2012

Sarà un’altra estrazione anomala della nostra storia: per data e per numero di estratte, oltre ad Aquila, Giraffa, Selva, Onda, Nicchio e Tartuca, con l’Oca che sconterà la squalifica e la Civetta in attesa di veder trascorsa la propria pena. E’ comunque maggio che mette a fuoco i desideri dei senesi, delineando l’imminente Palio di luglio, quello dedicato alla Madonna di Provenzano. Ricordiamo che il Regolamento prevede che non meno di un mese avanti al 29 giugno, giorno della Tratta, si effettui il sorteggio delle Contrade che devono completare il lotto delle partecipanti. E’ infatti dal 1771 che è fissato in dieci il numero delle protagoniste ad ogni carriera. Altre nove contrade sono dunque al passo del possibile, con l’eventualità di formare rivalità. Fra queste è l’Istrice che non esce da più tempo, dal 2012 (scontò la squalifica), seguita dalla Lupa dal 2014. Se invece guardiamo dal 2000 le più fortunate sono il Bruco (16 volte), il Valdimontone e il Drago (13) e il Leocorno (11). Chi ha da chiedere di più alla sorte è l’Istrice con solo 5 estrazioni. Estrazione anomala anche per l’assenza di una Contrada che "ufficialmente" assiste sotto il Palazzo. Spazio vuoto dunque, e si spera che così resti: sarebbe il caso che il Magistrato delle Contrade invitasse tutti i rioni a suggerire ai contradaioli di evitare inutili corse, magari anche arrampicamenti coreografici. Questo per evitare che si verifichino flussi improvvisi che tutto travolgono, o equivoci e battibecchi fra gli stessi rioni. Ogni contrada ha ormai da tempo un’area di appartenenza, dove si può tranquillamente esultare senza inutili esibizionismi. E molte Contrade hanno già aderito da tempo a questa regola non scritta.

Ci sarà stasera un’altra grande incognita, quella della pioggia.

Massimo Biliorsi