Camera di Commercio, ecco i nomi. Guasconi confermato presidente

Il governatore Giani ha convocato il nuovo consiglio camerale il 10 gennaio nella sede di Arezzo. Resterà al suo posto anche il vicepresidente Butali. Le ripartizioni dei consiglieri tra settori e province.

Camera di Commercio, ecco i nomi. Guasconi confermato presidente

Camera di Commercio, ecco i nomi. Guasconi confermato presidente

I 25 componenti del nuovo consiglio della Camera di commercio di Arezzo e Siena stanno per essere convocati dal presidente della Regione Eugenio Giani, dopo il decreto di nomina che ha ridotto, per legge, il numero dei consiglieri da 33 a 25. Giani ha convocato i nuovi il 10 gennaio, nella sede di Arezzo. E in quella seduta il nuovo consiglio eleggerà il presidente. In base all’accordo raggiunto tra le categorie più rappresentative, Massimo Guasconi sarà confermato al vertice per altri 5 anni, fino a dicembre 2028. Il suo vicepresidente continuerà ad essere Francesco Butali, nella logica della rappresentanza dei comparti e delle province.

Ecco i 25 nomi del consiglieri della Camera di Commercio Arezzo-Siena: Federico Taddei e Lidia Castellucci (Agricoltura),

Fabrizio Bernini, Fabrizio Landi, Giordana Giordini, Lisa Valiani (Industria); Marcello Alessandri, Massimo Guasconi, Laura Paffetti e Elisa Cencini (Artigianato); Francesco Butali, Sonia Patricia Dalla Ragione, Valeria Alvisi e Riccardo Ghini (Commercio); Gabriele Macheri (Cooperative); Franco Scortecci e Graziano Costantini (Turismo); Carlo Cioni (Trasporti); Federica Ferrarese (Credito e assicurazioni); Ferrer Vannetti, Roberto Menchetti e Franca Rizzo (Servizi alle imprese); Fabio Seggiani (sindacati), Patrizio Lucchesi (Associazioni consumatori), Marco Polci (Liberi professionisti).

Sedici consiglieri sono espressione delle categorie aretine, 9 sono senesi. Il consiglio resterà in carica 5 anni. E nella seduta successiva a quella dell’insiedamento, entro 15 giorni dal 10 gennaio, dovrà eleggere la nuova giunta camerale. I sette ’assessori’ che andranno ad affiancare il presidente Massimo Guasconi e il vicepresidente Francesco Butali. Il toto assessori impazza da tempo ed è un complicato meccanismo di bilanciamento tra settori, divisioni tra senesi e aretini e anche di rappresentanze di genere. Almeno due donne dovrebbero entrare nella nuova giunta: oggi è rimasta solo Franca Binazzi perché Anna Lapini si dimise, ma il riequilibro tra donne e uomini dovrà esserci.

Passando alle indiscrezioni e partendo dagli Industriali, e considerando che i membri della giunta dovranno essere per forza scelti tra i consiglieri, i nomi più papabili per l’industria sono Fabrizio Bernini (presidente di Confindustria Toscana Sud) e Giordana Giordini, la presidente di FederOrafi di Confindustria. Sono entrambi aretini, quindi un nome potrebbe saltare a beneficio di un, o una, senese.

Per il commercio e il turismo in pole position c’è Graziano Costantini, al vertice di Etruria Retail, ovviamente senese. Per l’agricoltura è davanti Lidia Castellucci, presidente di Coldiretti Arezzo, altra donna assieme a Giordana Giordini in giunta. Ferrer Vannetti e Roberto Menchetti sono i più papabili in rappresentanza dei servizi alle imprese. Resterebbe un posto scoperto, sicuramente per Siena, almeno per non penalizzare troppo la provincia.

Dalla lotteria delle nomine è escluso il segretario generale della Camera di Commercio Marco Randellini. Resterà in carica fino al 2025 e potrebbe aspirare anche alla proroga.