Avvallamento in viale dei Mille. Il Comune chiede i danni al Fiora per il guasto alla conduttura

L’assessore Bianchini: "Modifiche al traffico e alla sosta, l’amministrazione ritiene responsabile l’Acquedotto"

Avvallamento in viale dei Mille. Il Comune chiede i danni al Fiora per il guasto alla conduttura
Avvallamento in viale dei Mille. Il Comune chiede i danni al Fiora per il guasto alla conduttura

Avvallamento in viale dei Mille: il Comune chiede il risarcimento danni ad Acquedotto del Fiora. L’annuncio è stato dato dall’assessore ai Lavori pubblici, Massimo Bianchini, rispondendo a un’interrogazione del consigliere Monica Casciaro (Siena Sostenibile). "Lo scorso aprile – ha spiegato l’assessore – si è verificata una rottura della conduttura dell’acquedotto, in gestione ad Acquedotto del Fiora, in viale dei Mille. Alcuni giorni dopo il danno, si è verificato un importante cedimento della strada, con un avvallamento di circa 20-30 centimetri su un fronte di 25 metri. Si sono quindi riscontrati danni ingenti, legati anche a modifiche al traffico e alla sosta, dei quali l’amministrazione ritiene responsabile Acquedotto del Fiora. Di qui la richiesta di integrale risarcimento, di cui l’esatta entità potrà essere quantificata con completezza solo al termine delle operazioni di ripristino".

Sui danni riportati dal manto stradale Bianchini ha specificato: "Il servizio Manutenzione infrastrutture ha potuto constatare che l’abbondante perdita di acqua ha saturato il corpo stradale provocando il cedimento della strada. Subito è stato allertato il gestore dell’acquedotto per la riparazione, aprendo contemporaneamente la posizione di sinistro presso la propria compagnia assicurativa. Nel frattempo, per valutare meglio la condizione del sottofondo, posto che viale dei Mille è costruita su un importante rilevato artificiale realizzato nei primi del Novecento – ha sottolineato Bianchini – è stato richiesto ad Acquedotto del Fiora di effettuare una serie di sondaggi geognostici per indagare lo stato di consistenza e portanza del pacchetto stradale e sottofondo dell’area interessata dal fenomeno, in quanto con il solo esame visivo non era determinabile l’estensione della problematica e la quantità di acqua che aveva saturato il terreno". Dalle verifiche pare che l’avvallamento non abbia dato origine a fessurazioni trasversali o rotture del manto stradale perché nei recenti lavori di asfaltatura (realizzata due anni fa) sono state utilizzate guaine antipumping e bitumi ad alte prestazioni.

Sulla programmazione dei lavori di ripristino, l’assessore Bianchini ha spiegato: "L’intervento è stato programmato per il prossimo periodo primaverile-estivo e concordato con Acquedotto del Fiora, che preventivamente al rifacimento stradale bonificherà per tutto il tratto di viale dei Mille compreso tra i due accessi al parcheggio Stadio la propria conduttura dell’acquedotto. Il periodo è stato scelto per poter effettuare i lavori in orario notturno, quando la stagione è più calda, considerato che normalmente a temperature basse come in inverno è buona norma non effettuare tratte di asfalto molto lunghe: i bitumi modificati sono, già di per sé, meno lavorabili e richiedono, appunto, temperature stagionali più elevate".

Lo scorso maggio i lavori di Acquedotto del Fiora avevano determinato il divieto di sosta con rimozione su entrambi i lati di viale dei Mille; brevi interruzioni della circolazione per i rilievi con specifica strumentazione, pur essendo garantiti ingresso/uscita dai varchi Ztl San Domenico e piazza Giacomo Matteotti, l’accesso all’ingresso al parcheggio Stadio e il capolinea bus di piazza Antonio Gramsci. Al termine della risposta, la consigliera Casciaro si è ritenuta "soddisfatta, auspicando che i tempi dei lavori siano rispettati ed effettuati in modo celere".

Cristina Belvedere