Pienza (foto Di Pietro)
Pienza (foto Di Pietro)

Siena, 5 aprile 2020 - E' stato il programma della Rai "ItaliaSì!", condotto da Marco Liorni, a portare alla luce uno scambio epistolare (digitale) tra una nota agenzia immobiliare toscana, che tratta immobili di lusso, e un potenziale acquirente straniero. Uno sciacallo che non ha esitato a chiedere uno sconto del 55% per l'acquisto del casolare di Pienza per il quale aveva un forte interesse: "Dato che le persone in Italia stanno andando in bancarotta per il virus...", era scritto nel messaggio inviato all'agenzia.

E va bene che gli affari sono affari, ma di fronte a una spudorata manifestazione di questo tipo la risposta è stata all'insegna dell'orgoglio e della dignità.

"La ringrazio per il suo interesse - si legge nella risposta - tuttavia non prevediamo la possibilità di offrire uno sconto del 55% come da lei desiderato. Vede, il nostro paese si è sempre rialzato dalle prove peggiori a cui la Storia lo ha sottoposto, ci rialzeremo anche questa volta. Fra le altre cose, deteniamo oltre il 70% del patrimonio storico, artistico e culturale globale. Nel Mediterraneo inoltre sono fiorite le maggiori civiltà dell'antichità. Civiltà che hanno condiviso cultura, progresso e conoscenza. Credo che anche lei si trovi nella sua abitazione, così avrà sicuramente il tempo di tradurre questa mail, quindi le scrivo in italiano e la invito anche a tradurre questo antico detto: Sui cadaveri dei leoni festeggiano i cani, ma i leoni rimangono leoni ed i cani rimangono cani. Cordialità".