A.A.A cercasi aspiranti bruscellanti. Romani: "C’è bisogno di tutti"

Le porte di via Voltaia del Corso dove si svolgono le prove sono sempre aperte a Montepulciano .

A.A.A cercasi aspiranti bruscellanti. Romani: "C’è bisogno di tutti"

A.A.A cercasi aspiranti bruscellanti. Romani: "C’è bisogno di tutti"

Quando l’estate bussa alla porta tornano, puntuali, anche alcuni eventi che hanno fatto epoca e che sono riusciti a scrivere, fatto non da poco, pagine importanti della vita culturale e sociale cittadina. Questo è sicuramente il caso del Bruscello Poliziano, un’antica tradizione popolare che ha coinvolto svariate generazioni di attori, di tutti i livelli, una "macchina" vitale e articolata, fatta di passione, volontà ed entusiasmo, capace di portare sul palco di Piazza Grande a Montepulciano, nei giorni di Ferragosto davanti ad un pubblico sempre numeroso, circa 200 bruscellanti da tutto il territorio, tra coro, ballerini, solisti e figuranti. Un lavoro quindi complesso, dove servono i "numeri" per mettere in moto lo spettacolo e che non si ferma praticamente mai durante l’anno. Il Bruscello Poliziano, ovviamente, tornerà anche quest’anno, con "Lisistrata", adattamento della commedia classica di Aristofane: sarà un’edizione significativa (la n.85) che vedrà il ritorno di Alessio Tiezzi alla direzione musicale e con una dedica speciale a don Marcello Del Balio, figura di enorme importanza per la manifestazione (fu lui, nel 1947, a scrivere il libretto del primo Bruscello, diventando poi il "motore" dei grandi cambiamenti a venire), a cent’anni dalla nascita di un parroco che non potrà mai essere dimenticato. L’evento, però, ha bisogno di rinforzi perché il ricambio è qualcosa di necessario: non sono mancati, infatti, gli appelli a cadenza costante per unirsi alle prove del nuovo spettacolo, e quindi per cantare, recitare, lavorare ad una scenografia, scoprire come funziona una sartoria con la scelta e la consegna dei costumi, ma anche per dare una mano alla parte amministrativa e burocratica. Fioccano quindi le opportunità per dare il proprio contributo e continuare a far crescere il Bruscello Poliziano che, giustamente, è un vanto per tutta la comunità. Franco Romani, direttore artistico del Bruscello Poliziano, uomo di cultura e autentico pilastro della Compagnia, spiega che "abbiamo bisogno di persone. Il Bruscello è fatto dalla gente per la gente, io ci sono cresciuto. Si imparano tante cose ed ora è anche più facile, i giovani conoscono la musica, le menti sono più abituate a memorizzare. Ma comunque non è necessario, ad esempio, saper cantare, pure chi è stonato può venire. Il Bruscello è anche amicizia, c’è bisogno di tutti". Le porte, in Via di Voltaia nel Corso n.57, dove si effettuano le prove sono sempre aperte per aspiranti bruscellanti di tutte le età.

Luca Stefanucci