A Casole scintille elettorali. Pieragnoli: "Non siamo al laccio di partiti o politici navigati"

Il sindaco replica a Barbagallo e Cioffi di ’Pensare comune’: "Mi sono allontanato da un certo modo di gestire la cosa pubblica. Non si può vederla sempre come dice qualcuno".

A Casole scintille elettorali. Pieragnoli: "Non siamo al laccio di partiti o politici navigati"

A Casole scintille elettorali. Pieragnoli: "Non siamo al laccio di partiti o politici navigati"

Continua il dibattito politico casolese e questa è la volta dell’attuale sindaco di Casole Andrea Pieragnoli, che si è candidato con una sua nuova forza per ripetere il secondo mandato da primo cittadino. "Mi trovo costretto, per la seconda volta, a intervenire sulle pagine di questo giornale per rispondere a dichiarazioni sulla mia persona da parte di politici che evidentemente non hanno di meglio da fare nella vita – afferma in una nota inviata a La Nazione Andrea Pieragnoli –. Lo faccio per amore di chiarezza verso una comunità piccola e coesa com’è quella casolese". Il riferimento è all’uscita dell’altro candidato a sindaco Federico Verponziani della lista ‘Noi ci siamo’ e di Alfio Barbagallo e Piero Ciofi rispettivamente candidato e presidente della lista ‘Pensare comune’. "Mi sono affrancato da un certo modo di gestire e di interpretare la cosa pubblica, non da ’Pensare comune’, nelle cui fila ci sono ancora tante persone che stimo e che a loro volta mi stimano – continua Pieragnoli –. Credevo molto nel pensare comune, poi mi sono accorto che bisogna pensare sempre come dice qualcuno, pena essere messi all’indice. E se fosse sempre corretto e giusto per Casole, si potrebbe anche fare. Purtroppo, non è così".

Parole forti da parte di Pieragnoli che vuole rispondere con chiarezza e fermezza in particolar modo a Barbagallo e Ciofi. "È da questo modo di pensare e di agire che ho voluto prendere le distanze, creando una nuova lista civica – sottolinea Andrea Pieragnoli –. Non credo neanche che si debba fare a gara a chi è veramente civico oppure no. Di sicuro la nostra esperienza appena nata è libera da qualsiasi lacciuolo, che sia dei partiti o dei politici navigati e naviganti attraverso buona parte dell’arco parlamentare". Non le manda certo a dire Pieragnoli e i riferimenti nonostante non vengano utilizzati nomi o cognomi sono chiari. "Non promettiamo deleghe o poltrone, noi puntiamo sulle idee del programma, sulla trasparenza, la legalità e la cittadinanza attiva – conclude Pieragnoli – Spero che anche i nostri avversari e mai nemici, vogliano seguire questa linea, invece di cercare sempre di buttarla in caciara. Non sono io quello che ha da perdere qualcosa".

La campagna elettorale casolese, così, si fa intensa e ci si aspettano ancora numerosi confronti tra i vari candidati. Ad oggi a contendersi la guida dell’amministrazione casolese sono Federico Verponziani con la lista civica ‘Noi ci siamo’, Alfio Barbagallo che ha già dichiarato il suo vice Saverio Pacchierotti per ‘Pensare comune’ e, naturalmente, Andrea Pieragnoli.