’Raddoppio’ della variante Aurelia: progetto fermo ma non archiviato. Se ne riparla nel 2024

L’intervento atteso da Sarzana rientra tra le opere inserite nel bando per le concessione autostradali

Traffico sulla variante Aurelia a Sarzana: il nuovo concessionario autostradale dovrà curare il raddoppio delle corsie tra l’uscita dell’A12 e la rotonda del viale XXV Aprile
Traffico sulla variante Aurelia a Sarzana: il nuovo concessionario autostradale dovrà curare il raddoppio delle corsie tra l’uscita dell’A12 e la rotonda del viale XXV Aprile

Sarzana, 5 dicembre 2023 – Gli attesi progetti previsti dal bando di gara sono ancora fermi ma non certamente cancellati. Per il momento però gli interventi infrastrutturali sulla viabilità previsti soprattutto in Val di Magra sono infatti congelati a causa del mancato passaggio della concessione dei tronchi autostradali della A12 e A10. Il contratto è già stato sottoscritto e registrato in Corte dei Conti ma ancora si attende il subentro del nuovo gestore al termine delle procedure di consegna che prevedono, tra l’altro, l’accertamento sullo stato delle opere e la definizione e pagamento del valore di subentro. Ad aggiudicarsi la gara è stata la società di progetto Concessioni del Tirreno, parte del gruppo ASTM, che sarà impegnata nella gestione del tronco autostradale A12 Sestri Levante-Livorno ancora gestita da Salt e la A10 Ventimiglia-Savona la cui concessione scaduta a novembre 2021 è curata da Autostrada dei Fiori.

“I ricorsi - specifica Salt – si sono risolti a favore del nuovo aggiudicatario. Il Ministero ha avviato l’istruttoria tecnico- economica su tutti gli adempimenti del concessionario uscente ma per il momento ancora non è subentrato il nuovo gestore". Ne consegue il freno alla serie di progettazioni inserite nel bando per l’assegnazione della nuova concessione della durata di 11 anni e 6 mesi a fronte di investimenti complessivi per la messa in sicurezza delle infrastrutture e nuovi investimenti in A12 e A10 di 940 milioni di euro.

I cantieri attualmente aperti sulla A12 e sulla bretella Spezia-Santo Stefano Magra, quest’ultimi relativi alla sostituzione delle barriere sono ormai prossimi alla conclusione, restano ancora in carico al vecchio gestore Salt che completerà il cronoprogramma in attesa del subentro della società Concessioni del Tirreno. Sulle tempistiche della conclusione dell’iter di subentro nessuno si sbilancia anche perché di fatto la palla adesso è gestita dal Ministero ma, informalmente, si ritiene ragionevole ipotizzare l’ingresso del nuovo concessionario nei primi mesi del 2024.

Le opere da realizzare, inserite nel bando della A12, sono molto attese anche a Sarzana e Val di Magra a partire dall’ammodernamento della Variante Aurelia a Sarzana con l’allargamento a quattro corsie nel tratto compreso tra l’uscita dell’autostrada a Battifollo e la rotonda del viale XXV Aprile. Una soluzione caldeggiata anche dall’amministrazione comunale sarzanese alle prese con il crescente problema della viabilità. Oltre al numero enorme di mezzi in transito si deve tener conto anche di eventuali inconvenienti: l’esempio è arrivato dal recente incendio di un camion sull’autostrada all’altezza della tenuta di Marinella che ha chiuso il transito sulla A12 deviando il traffico sulla Variante e di fatto paralizzando per ore la circolazione. Oppure durante i lavori di messa in sicurezza sul ponte della Colombiera tra Fiumaretta e Bocca di Magra che ha suggerito l’utilizzo della Variante a Sarzana. Tra le opere previstenel nuovo contratto sono inserite anche la circonvallazione di Arcola, lo svincolo di Fornola e il casello a Beverino.