Il luogo della caduta
Il luogo della caduta

Sarzana, 24 novembre 2020 - E’ in gravi condizioni per le ferite riportate dopo un pauroso volo di 8 metri un operaio che si trovava su un tetto per verificare i lavori da svolgere. Una parte della struttura all’improvviso ha ceduto e l’uomo è piombato all’interno di una ditta dove il titolare e i dipendenti erano al lavoro. Sono stati loro a prestare i primi soccorsi e a chiedere l’intervento del 118. Franco Fiamoi, 52 anni, sarzanese, si trova ora ricoverato all’ospedale Cisanello di Pisa in gravi condizioni, con lesioni agli arti inferiori e superiori e in altre parti del corpo, anche se per fortun, secondo i primi accertamenti effettuati dai medici, non sembra essere in pericolo di vita.
Il drammatico infortunio sul lavoro è avvenuto ieri pomeriggio poco prima delle 16 in via Pecorina, in quella che è la zona industriale di Sarzana, dove operano numerose aziende. Fiamoi, di origine massesse ma che risiede a Sarzana, è titolare della ditta individuale Grafix con sedi a Santo Stefano e a Massa. Era stato chiamato dalla rivendita d’auto Suncar, concessionaria della Land Rover, per effettuare un intervento sul tetto del lungo capannone all’interno del quale hanno sede anche altre attività. L’uomo era salito sul tetto per effettuare un sopralluogo e rendersi conto dei lavori necessari, percorrendo la struttura per controllare la situazione. All’improvviso un parte del tetto ha ceduto sotto i suoi piedi e Fiamoi è precipitato nella zona sottostante, dove opera la ditta Avri 84, per fortuna senza finire sopra le macchine agricole che si trovano all’interno.
«Sono stati momenti drammatici – affermano il titolare e gli operai della ditta, ancora sotto choc per l’accaduto –. Abbiamo sentito le sue urla, il tonfo: è stato un attimo, l’abbiamo visto precipitare e siamo corsi in suo aiuto". Vista la gravità della situazione non hanno perso tempo chiedendo subito l’intervento del 118. Sul postosono arrivate un’ambulanza della pubblica assistenza di Sarzana e Delta 2, l’auto del centro di prima emergenza con medico e infermiere a bordo che hanno praticato le prime cure decidendo di chiedere l’intervento dell’elisoccorso per il trasporto a Pisa. Sul posto anche i vigili del fuoco, i carabinieri e il personale dell’Asl del settore prevenzione e sicurezza sul lavoro. Gli uomini dell’Arma e il personale Asl hanno effettuato i rilievi per per verificare la dinamica dell’accaduto e in modo particolare per capire la causa di quell’improvviso cedimento del tetto del capannone.
Nel frattempo Fiamoi a bordo dell’ambulanza della Pa di Sarzana è stato trasportato nel piazzale dell’ospedale San Bartolomeo dove è atterrato l’elicottero che l’ha trasportato all’ospedale Cisanello di Pisa.
Carlo Galazzo