Torna la luce sulla strade di Luni. Nuovi impianti di illuminazione

Prevista la sostituzione delle vecchie lampadine, sulla base delle problematiche lamentate dai residenti

Torna la luce sulla strade di Luni. Nuovi impianti di illuminazione

In corso a Luni la sostituzione delle lampadine dell’illuminazione pubblica: coinvolti 127 punti luce in tutto il territorio (foto d’archivio).

Si riaccendono le luci in varie zone del Comune di Luni. Dopo una lunga e non semplice procedura adesso, si può partire con un primo lotto che interesserà 127 punti luce per una spesa iniziale di 115 mila supportata da finanziamenti. La seconda parte dovrà essere interamente sostenuta dall’amministrazione comunale. L’ente ha finalmente potuto affidare le operazioni di ammodernamento e sostituzione delle vecchie lampade dopo aver concluso favorevolmente la trattativa di riscatto dall’ex proprietario Enel Sole. Proprio in questi questi giorni sono in corso gli interventi di riqualificazione ed efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica del Comune di Luni, per l’adeguamento della rete di illuminazione pubblica alla normativa regionale e nazionale per consentire un uso razionale dell’energia elettrica e risolvere alcune criticità agli impianti stessi. Il progetto coinvolge tutto il territorio comunale che, considerata la dimensione dell’intervento, è stato diviso per lotti. La ditta incaricata ha iniziato la prima parte che interessa i primi 127 punti luce sul totale di centri luminosi che costituiscono la rete dell’illuminazione pubblica comunale. In particolare è prevista l’installazione di nuovi corpi illuminanti a luce calda al Led e nella sostituzione dei sostegni ad oggi non più idonei nel borgo collinare di Nicola ed in altri zone, per un importo complessivo pari a 115 mila euro comprensivo di oneri per la sicurezza cofinanziati per 70 mila euro da fondi del Pnrr.

Una volta completata la prima parte dell’intervento verrà appaltato l’intervento del secondo lotto che comporta la spesa di 80 mila euro in questo caso sostenuta interamente da fondi comunali. Si va quindi a risolvere una problematica più volte evidenziata dai residenti, soprattutto nei borghi, che hanno sottolineato il disagio di una illuminazione pubblica spesso fuori uso anche a causa della difficoltà di reperire lampade sostitutive di quelle ormai vecchie al mercurio. Oltre al complesso braccio di ferro legale tra il vecchio proprietario Enel e il Comune di Luni, che ha riscattato i punti luce come prevede la normativa europea sulla concorrenza.

Massimo Merluzzi