Presepe vivente nel borgo. Un fine settimana di magìa

I paesani allestiranno le scenografie e si presteranno nel ruolo di figuranti Tante le iniziative collaterali tra mercatini, musica e attività per i bambini

Presepe vivente

Presepe vivente

Vezzano, 12 dicembre 2023 – Presepe vivente sabato e domenica nel borgo storico inferiore che si trasformerà in una scenografia magica e suggestiva. Figuranti, ambientazioni e antichi mestieri ci porteranno indietro nel tempo: chi fila la lana, chi spilla il vino, chi lavora i mattoni, chi sforna il pane, chi si prepara ad accogliere la nascita di Gesù Bambino, tutto nei caruggi sotto la torre di Vezzano.

Ci saranno i centurioni romani, la gente del popolo indaffarata nei mestieri, i visitatori che animeranno le viuzze che si inerpicano fin sotto la torre storica, baluardo della capanna dove si troverà Gesù. Una manifestazione che ha riscosso uno strepitoso successo nelle edizioni precedenti e che si basa sull’idea dell’associazione Sotto la Torre con la collaborazione vincente di Comune, Pro Loco, Asd Vezzano, Fai, Cai e associazione Equi Librio. I volontari sono al lavoro da settimane per rendere tutto magico e creare occasioni anche per i più piccoli.

Il programma si divide nelle due giornate con l’apertura dei mercatini sabato alle 15 e subito un’attività per i bambini, la lettura insieme al pony Charlie con l’associazione Equi Librio. Il presepe vivente con i suoi personaggi, le cantine, le botteghe e i fondi, aprirà alle 17 accompagnato dalla musica itinerante di Massimo Tripolesi e Antonio Migliavacca, per proseguire la domenica con i mercatini alle 11, lettura con il pony alle 14.30 e alle 17 inizio del presepe vivente al suono della banda Puccini e Dario Landi con la sua piva emiliana. Nei due giorni punti ristoro con la Pro Loco e all’oratorio in via Garibaldi possibilità di pranzo e cena. In piazza Regina Margherita sabato Babbo Natale dalle 15 alle 18.