Motoraduno abusivo nel Parco Montemarcello Magra: scattano denunce e sanzioni

In località Boettola di Sarzana intervengono i carabinieri forestali. Presente una ventina di centauri

Carabinieri

Carabinieri

Sarzana, 7 febbraio 2024 – I carabinieri forestali scoprono un motoraduno abusivo all’interno del Parco Montemarcello Magra: denunciato l’organizzatore, sanzionato come anche i partecipanti.

Dopo diverse segnalazioni per la presenza di un motoraduno in località Boettola di Sarzana, i militari sono intervenuti riscontrando la presenza di oltre venti centauri, la maggior parte dei quali intenti a percorrere un circuito sterrato all’interno di un terreno appositamente segnato con paletti in legno e nastro bianco/rosso. Il continuo passaggio delle moto da cross sul circuito, aveva segnato profondamente il terreno creando un vero e proprio tracciato.

I forestali hanno proseguito l’attività investigativa ed è stato successivamente riscontrato che l’area su cui si stava svolgendo il motoraduno, era all’interno del Parco regionale Montemarcello Magra e che il Comune di Sarzana aveva già diffidato gli organizzatori ad effettuare manifestazioni in quella zona in quanto priva di autorizzazioni. Inoltre essendo quella un’area protetta in quanto ricadente tra i siti della rete Natura 2000, era stato comunicato ai promotori che una simile attività avrebbe arrecato disturbo alle specie selvatiche presenti.

L’organizzatore del motoraduno abusivo è stato quindi denunciato per diverse violazioni ambientali e paesaggistiche e sarà sanzionato per un importo superiore ai tremila euro per violazione alla legge regionale, avendo realizzato un tracciato per mezzi motorizzati senza esserne autorizzato. Anche i motocrossisti identificati saranno sanzionati per violazione alla legge regionale in quanto la circolazione fuoristrada dei mezzi motorizzati è consentita solo all’interno dei tracciati autorizzati dai Comuni.