Un gruppo di extracomunitari al lavoro nel territorio di Santo Stefano Magra (repertorio)
Un gruppo di extracomunitari al lavoro nel territorio di Santo Stefano Magra (repertorio)

Santo Stefano Magra, 21 marzo 2019 – Il percorso di integrazione prosegue, consentendo ai ragazzi ospiti delle strutture di accoglienza di condividere azioni quotidiane con la collettività. Un rapporto iniziato nell’autunno del 2017 e, non privo almeno inizialmente di polemiche e divisioni soprattutto politiche, che ha comunque consentito a tanti migranti di rendersi utili e trascorrere in maniera attiva la loro permanenza sul territorio. Il Comune di Santo Stefano Magra ha appena rinnovato l’accordo con l’associazione Mondo Nuovo Caritas, presieduta da don Luca Palei, e la cooperativa sociale Maris che fornisce il supporto insieme all’ufficio tecnico comunale.

Il servizio riservato soltanto agli ospiti dei Cas (centri di accoglienza straordinaria) si svolgerà nell’ambito del decoro urbano: pulizia e spazzamento strade, taglio erba, manutenzione del verde dei giardini anche nelle frazioni in supporto alle squadre dei dipendenti dell’ente e dei ragazzi in servizio alla Maris. I migranti sono attualmente ospiti delle strutture collegate dalla Caritas gestite dalla cooperativa sociale onlus «La piccola matita» nei due complessi ricavati nell’area artigianale e all’interno del polo della Protezione Civile. Sono previsti, alla riattivazione del contratto di collaborazione, 4 percorsi di quattro mesi per un totale di 12 partecipanti che presteranno il servizio quotidiano senza percepire nessun compenso economico ma soltanto usufruendo della regolare copertura assicurativa. Alla firma del nuovo contratto di servizio erano presenti il sindaco Paola Sisti, don Luca Palei presidente dell’associazione Mondo Nuovo Caritas e Fabrizio Augello, rappresentante legale della cooperativa sociale Maris.