Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Giovane incensurato sorpreso dai carabinieri in via Pecorina con mezzo chilo di hashish

Tratto in arresto un ragazzo diplomato che abita ad Arcola con la famiglia

I carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Sarzana hanno sorpreso un giovane insospettabile di Arcola, diplomato e senza alcun precedente, che aveva addosso mezzo chilo di hashish. E’ accaduto l’altro pomeriggio in via Pecorina. Continua con profitto l’azione di contrasto allo spaccio di stupefacenti a Sarzana da parte dei carabinieri della locale compagnia. I militari dell’Arma, dopo aver fermato Razip Zeneli, 29 anni compiuti da poco, lo hanno sottoposto a perquisizione personale e lo hanno trovato on possesso di cinque panetti di hashish, per un peso complessivo di mezzo chilo. Un quantitativo di stupefacente che, se fosse stato spacciato, avrebbe potuto fruttare circa quattromila euro. La perquisizione è stata poi estesa dai carabinieri dell’aliquota radiomobile anche all’abitazione di Arcola, dove il ragazzo vive con la famiglia. Lì sono stati trovati ulteriori 39 grammi sempre di hashish. Il giovane è stato arrestato con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, però trattandosi di un incensurato, non è stato condotto in caserma ma lasciato a domiciliari nella sua abitazione arcolana.

Ieri mattina è comparso in tribunale alla Spezia per il rito direttissimo, durante il quale il giudice Diana Brusacà (pubblico ministero Alessandro Casseri) ha convalidato l’arresto e poi rinviato l’udienza al 21 giugno prossimo poiché l’avvocato difensore Riccardo Balatri ha chiesto i termini a difesa.

Il giudice, sempre facendo leva sull’incensuratezza del giovane, ha deciso per una misura meno afflittiva degli arresti domiciliari, stabilendo l’obbliga di dimora nel Comune di Arcola e al tempo stesso l’obbligo di firma alla locale stazione dei carabinieri.

M.B.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?