I rappresentanti delle Istituzioni amministrative al Lions Firenze
I rappresentanti delle Istituzioni amministrative al Lions Firenze

Firenze, 7 luglio 2020- Si chiude con una donazione di 1500 euro in buoni spesa per le famiglie bisognose del Quartiere 5 di Firenze l'annata del Lions Club Firenze, che in epoca di Covid-19 ha sostenuto le istituzioni socio-sanitarie del nostro territorio con diversi services, per un totale di 9500 euro. La consegna dell'ultima donazione dell'annata presieduta da Giampaolo Castagnoli è avvenuta nel corso della Charter Night nel giardino di Villa Viviani, alla presenza di oltre 120 i partecipanti. Prima di passare il collare della presidenza a Roberto Podrecca, Castagnoli ha voluto rendere omaggio a tutti coloro che, nella pubblica amministrazione e nelle strutture sanitarie, sono stati in prima linea durante l'emergenza pandemica: «Niente di più di un semplice “grazie” a tutti coloro che, nel momento di massima allerta, senza vacillare sono rimasti in prima linea con il senso del dovere e della propria professione, per garantire la sopravvivenza e la serenità a tutta la comunità. La realizzazione di questa serata è un impegno che presi con me stesso una delle tanti notti insonni che mi hanno accompagnato nei giorni di lockdown, durante la prima fase dell’epidemia da Covid-19, quando alla televisione scorrevano immagini tremende e venivano continuamente enunciati bollettini agghiaccianti. Ogni telegiornale e ogni rassega stampa presentava corsie di ospedali, dove si intravedano letti di ricoverati, operatori all’interno di sinistre protezioni e vestimenti, che a noi spettatori facevano solo immaginare i momenti drammatici che stavano vivendo».
Protagoniste della serata, infatti, sono state le toccanti testimonianze dei molti ospiti convocati, attraverso cui sono stati ripercorsi i durissimi giorni del lockdown: Stefano Grifoni, primario di Medicina di Urgenza all'Ospedale di Careggi; Alessandro Bartoloni, Ordinario di Malattie Infettive; Guglielmo Consales, responsabile delle Terapie intensive della Usl Toscana Centro; Vittorio Pavoni, direttore dell'Unità di Anestesia e Terapia Intensiva dell'Ospedale di Ponte a Niccheri; Andrea Bribani, primario di Medicina Interna all'Ospedale Serristori di Figline Val d'Arno.
«E' emerso un quadro di grande impegno personale -commenta Castagnoli- e, cosa molto importante, di intenso lavoro di squadra tra i reparti operativi e la struttura direttiva sanitaria che pur fra tutte le difficoltà di quei giorni è riuscita a respingere l'attacco pandemico, anche grazie alla collaborazione dei cittadini e al significativo contributo di realtà come la Misericordia e la Caritas».

Per quanto riguarda la sfera del volontariato erano presenti Giovangualberto Basetti Sani, provveditore della Misericordia di Firenze; Alberto Corsinovi, presidente della Federazione Regionale delle Misericordie, che ha ricordato il lavoro di coordinamento svolto tra  Misericordie e Croci Bianche di Lombardia e Toscana per lo spostamento dei pazienti più critici in altre zone d'Italia e permettere l'alleggerimento della pressione sulle terapie intensive delle provincie più colpite del Nord; Vincenzo Lucchetti, presidente della Caritas Diocesana e Maria Antonietta Gulino, presidente dell'Ordine degli Psicologi della Toscana. E' intervenuto anche Cristiano Balli, presidente del Quartiere 5 di Firenze, cui è stata affidata la donazione dei 15 buoni spesa del valore di 100 euro per le famiglie bisognose, che vanno ad aggiungersi ai 55 già consegnati nelle settimane passate. A partecipare alla serata sono state le più alte cariche distrettuali Lions: il neo Governatore Marco Busini;l'ex governatore Pier Luigi Rossi e il vice governatore Giuseppe Guerra, la presidente di Circoscrizione Laura Doni e il presidente di zona Luigi Paganelli.
Sono poi intervenuti la Vice Sindaca Cristina Giachi e l'Assessore Cecilia Del Re che hanno ringraziato il Club per l'attività di solidarietà svolta e per la straordinaria iniziativa di testimonianza diretta dei protagonisti di quei giorni. A rappresentare l'amministrazione regionale è stato il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, che ha naturalmente sottolineato come la struttura sanitaria Toscana abbia ben risposto all'Emergenza, grazie all'abnegazione di tutte le categorie professionali dalla Sanità, del Volontariato e delle Forze Armate. A tutti gli intervenuti, il presidente uscente Giampaolo Castagnoli ha consegnato un Encomio solenne.
Caterina Ceccutm