Prato, 17 agosto 2018 - Per il ritorno al cinema in grande stile, Annamaria Malipiero riparte da Prato. L’ex compagna di Francesco Nuti, madre appunto della figlia Ginevra che Cecco da Narnali ha sempre amato definire “il mio pezzetto di donna”, è una delle protagoniste del film “Forse è solo mal di mare”, commedia romantica prossimamente sul grande schermo. Un film di Matteo Querci, prodotto dalla Cibbè di Riccardo Matteini, scritto da Tommaso Santi, con musiche originali di Andrea Benassai. Davvero interamente made in Prato.

Evidentemente Prato è nel suo Dna…
“Davvero. Anche se questo film è stato una bella coincidenza, evidentemente c’è qualcosa che mi lega fortemente a Prato. Oramai questa città fa parte della mia vita da quando avevo 23 anni. Nutro davvero grande affetto verso la città che amo molto e verso i pratesi che oramai conosco bene”

Un film tutto made in Prato girato a Linosa. Come è andata la lavorazione ?
“E’ stato tutto bellissimo. Io sono rimasta a Linosa un mese ma gli altri componenti del cast anche di più. E’stata una esperienza magica, emozionate. A partire dalla location….sembrava un set a cielo aperto. E poi c’è stata questa alchimia che si è creata tra noi. Mi fa piacere che alla fine del film sia rimasta una bella amicizia con tutti”

Grande feeling con Francesco Ciampi. Siete i due attori protagonisti…
“Con Francesco che è il protagonista maschile, c’è stato fin da subito un rapporto professionale e umano davvero molto bello. E’un professionista sempre disponibile sul set. Un signore. Poi vorrei ricordare anche Barbara Enrichi e tutti gli altri. Anche con Maria Grazia Cucinotta è nato un bel rapporto. Lei è arrivata sul set gli ultimi giorni. Non la conoscevo prima. Una persona davvero squisita”

Qual è il suo ruolo in questo film ?
“E’quello di Laura, una professoressa di italiano di Padova che per un errore del provveditorato si trova a Linosa. All’inizio non prende bene questo trasferimento. Ed anche l’arrivo sull’isola no sarà dei più facili. Ma poi cambierà tutto”

Ultima doverosa domanda: come sta Francesco Nuti ?
“Adesso è a Roma. La situazione è stazionaria. Ci sono dei piccoli miglioramenti e questo è già un grande traguardo. Francesco è davvero una roccia”.