"Tesoretto arrivato dalla Multiutility. Errore investirlo nel Parco Urbano"

Il Comune di Prato ha deciso di investire i 5 milioni di euro di dividendi delle ex partecipate nell'ex Ospedale, ma il Movimento 5 Stelle ritiene che sia sbagliato e propone di investire in strade, giardini e piste ciclabili.

È arrivato nella variazione di bilancio votata ieri in consiglio comunale lo spostamento dei 5 milioni di euro di dividendi delle ex partecipate raggruppate poi nella Multiulity, spettanti al Comune di Prato, che ha deciso di investirli nel Parco Urbano dell’ex Ospedale. "Non si capisce il motivo per cui a fronte di utili milionari conseguiti dalle partecipate paghiamo tariffe altissime per acqua e rifiuti, tariffe che tra l’altro vengono aumentate ogni anno dal Pd", dichiara la capogruppo del Movimento 5 Stelle, Silvia La Vita: "Perché invece di pensare a fare utili non si sceglie di abbassare le tariffe? Forse perché, come diciamo da sempre, al privato non interessa tanto la qualità del servizio e il benessere del cittadino quanto il lucro?. Profondamente sbagliato inoltre a nostro avviso il trasferimento dei 5 milioni di euro come investimento per il Parco Urbano, che ci è già costato milioni e milioni di euro, sul quale non si conosce la data di realizzazione certa né tanto meno quanto ci costerà gestirlo una volta finito. Perché non si pensa piuttosto a investire sul rifacimento delle strade, la manutenzione dei giardini esistenti, la creazione di nuove piste ciclabili?". Rinforza e conclude il consigliere pentastellato Carmine Maioriello: "Il Ps spieghi a tutti se questo tesoretto lo hanno preso dalle tasche dei cittadini con l’aumento della Tari. Il guaio è che, a brevissimo, metà degli aumenti ingiustificati andranno ad arricchire i privati che investiranno nella Multiutility, alla quale da sempre il M5S, unica forza politica in Consiglio Comunale, si è fermamente schierato contro".