Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
25 mag 2022

Scritte no vax anche al cimitero "Quel gesto oltraggioso va punito"

Dopo il drive through i vandali prendono di mira il camposanto. Indagini dei carabinieri. e più controlli nella zona

25 mag 2022
Le scritte sono comparse sia all’ingresso che all’interno del cimitero della Rocca
Le scritte sono comparse sia all’ingresso che all’interno del cimitero della Rocca
Le scritte sono comparse sia all’ingresso che all’interno del cimitero della Rocca
Le scritte sono comparse sia all’ingresso che all’interno del cimitero della Rocca
Le scritte sono comparse sia all’ingresso che all’interno del cimitero della Rocca
Le scritte sono comparse sia all’ingresso che all’interno del cimitero della Rocca

I vandali tornano in azione e sfregiano uno dei luoghi più cari ai montemurlesi. Dopo aver preso di mira il drive through, il punto per l’effettuazione di tamponi anti-Covid di piazza della Costituzione, scritte no vax sono comparse ieri anche sui muri del cimitero della Rocca. Probabilmente i vandali hanno agito nella notte, quella del 23 maggio. Ignoti hanno scritto, con della vernice spray di colore rosso, frasi inneggianti ad un presunto pericolo dei vaccini anti Covid e ad un silenzio colpevole del governo. "Il governo mente, il vaccino uccide" e "Il vaccino uccide, il governo lo sa" sono le scritte trovate sul muro posto all’ingresso del cimitero e sulla parete interna dello stesso muro, lungo una scala, che conduce alla parte bassa del cimitero.

Immediata e ferma la reazione del sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai: "Si tratta di un gesto oltraggioso, che va ad imbrattare un luogo caro a tutti noi, il cimitero, che merita il massimo rispetto. Non posso che condannare con decisione quanto avvenuto ed ho già provveduto ad avvertire i carabinieri della tenenza di Montemurlo per cercare di risalire ai responsabili di questo atto di vandalismo ingiustificabile". Anche la polizia municipale rafforzerà i controlli nella zona del cimitero a caccia dei responsabili.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?