In cucina
In cucina

Prato, 13 giugno 2020 - L’idea è nata dal comune accordo di tre aziende di Prato. Il progetto si chiama "Italy to Home" ed è la nuova piattaforma per la ristorazione: gestisce dalle prenotazioni dei tavoli fino al rispetto delle norme anti-Covid. Nel proprio ’menu’ Italy to Home ha l’obiettivo di espandersi in tutta la Toscana e poi l’Italia. Non è un mistero che il mondo della ristorazione abbia subito un duro colpo dal lockdown causato dal Covid-19, i locali hanno dovuto fare i conti con le nuove regole, dal distanziamento sociale a tavola alle norme igieniche, all’uso di mascherine.

Una rivoluzione che ha causato una necessaria riorganizzazione delle attività con sacrifici di costi e personale. La nuova piattaforma è stata pensata proprio per semplificare la situazione e affrontare in qualche modo le problematiche del settore. Il progetto "Italy to Home", realizzato dalla joint venture delle aziende pratesi Allyou, Sirio Risorse Umane e D-Side Studio, si propone di mettere al servizio di ristoratori e negozi di eccellenze gastronomiche uno strumento digitale che offre dalla prenotazione alla ristorazione a domicilio, dal take away al servizio di spesa a casa.

Il progetto è in partnership con la web radio White Radio: i soggetti aderenti potranno infatti partecipare alla trasmissione Il Boss della Radio. "Sappiamo che esistono altri modi per ordinare i piatti o la spesa e farsela consegnare a casa – spiega Paolo Vannini, fondatore di AllYou.srl – ma aderendo al progetto tutto si troverà su un’unica piattaforma, semplificando quindi la scelta, mentre i ristoratori e i negozianti riceveranno ordini o prenotazioni in modo più organizzato facilitando così il lavoro a tutto il personale. E non ci sono commissioni aggiuntive, anzi le spese vengono ridotte perché divise fra tutti coloro che ne fanno parte".

La piattaforma è indirizzata soprattutto ai locali di eccellenza, siano essi ristoranti, trattorie, pizzerie o gastronomie. Sono già tre le province coinvolte nel progetto – Prato, Firenze e Pistoia – in cui diversi locali hanno già aderito come la Trattoria Da Burde a Firenze, il ristorante Antichi Sapori e la gastronomia Sapori di Toscana a Prato, il ristorante Il Circo della Luna a Vernio, la pizzeria Bottega del Lievito a Pistoia. Altri lo faranno a breve, ma l’obiettivo è di coprire entro l’anno tutta la Toscana. Grande importanza ha anche la gestione degli ordini che, invece che passare dai numerosi canali social, potrà essere fatta direttamente sulla piattaforma di Italy to Home evitando così confusioni, errori o sviste. Con questa piattaforma, invece, basta un click da parte del cliente e il locale riceverà la sua prenotazione o ordine.

Importante è anche la formazione del personale che dovrà essere impiegato necessariamente per più funzioni: dal servizio ai tavoli, alle gestione dell’ordine fino alla consegna dei piatti (sia delivery che take away), non ultimo anche il corretto uso dei social network per svolgere una comunicazione che risulti efficace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA