Roberta Betti, la «salvatrice» del Politeama scomparsa il 22 gennaio del 2020 Foto Attalmi
Roberta Betti, la «salvatrice» del Politeama scomparsa il 22 gennaio del 2020 Foto Attalmi
Era stata affissa il 22 gennaio scorso, a un anno dalla scomparsa di Roberta Betti. Con la riapertura dei teatri in zona gialla finalmente sarà possibile scoprire nel foyer del Teatro Politeama la targa commemorativa in ricordo di colei "che volle con tenacia e perseveranza restituire il teatro alla...

Era stata affissa il 22 gennaio scorso, a un anno dalla scomparsa di Roberta Betti. Con la riapertura dei teatri in zona gialla finalmente sarà possibile scoprire nel foyer del Teatro Politeama la targa commemorativa in ricordo di colei "che volle con tenacia e perseveranza restituire il teatro alla città": l’appuntamento è fissato per giovedì 13 maggio, alle 11.30. Un’iniziativa organizzata dal Comitato Politeama Pratese presieduto da Giancarlo Calamai per ricordare l’impresa straordinaria di Roberta Betti: riaprire un teatro nel cuore della città, l’ex Banchini. Correva l’8 settembre 1994. Un avvenimento da ricordare, oggi più che mai che il Politeama sta per rialzare il suo sipario con lo spettacolo molto atteso di Stefano Massini, L’alfabeto delle emozioni, in programma venerdì 21 e domenica 23 maggio (doppio appuntamento alle 20: biglietti ancora disponibili).

A causa delle restrizioni dovute alla pandemia sarà possibile ospitare durante la cerimonia non oltre quaranta persone: chi fosse interessato a partecipare dovrà comunque prenotarsi alla segreteria del teatro al numero 0574 603758 entro le 19 di domani. All’inaugurazione prenderanno parte, tra gli altri, il sindaco Matteo Biffoni e l’assessore alla cultura Simone Mangani. "L’inaugurazione della targa può avvenire finalmente con una cerimonia ufficiale a porte aperte – sottolinea la presidente del Politeama Beatrice Magnolfi -. Roberta merita di essere ricordata alla presenza delle autorità cittadine e di tutti coloro che l’hanno conosciuta e stimata".