I soccorsi a Enrico Caggiano il giorno dell’incidente (foto Attalmi)
I soccorsi a Enrico Caggiano il giorno dell’incidente (foto Attalmi)

Prato, 1 luglio 2020 - Non ce l'ha fatta Enrico Caggiano. E’ morto oggi all’ospedale fiorentino di Careggi dove era ricoverato dal 5 giugno scorso, giorno nel quale ebbe un incidente in moto sul cavalcavia di San Giusto. Aveva 52 anni. Troppo gravi i traumi riportati nella violenta caduta sull’asfalto. Da quel tragico pomeriggio era rimasto sempre sedato e privo di conoscenza. 
L’incidente era avvenuto intorno alle 17,30 sul cavalcavia di San Giusto. Caggiano, in sella alla sua moto, una Yamaha 700, stava andando in direzione del Pino quando a una curva ha perso il controllo del mezzo cadendo sul marciapiede. Il medico, intervenuto sul posto, si rese subito conto della gravità della situazione tanto fece allertare l’elisoccorso della Regione, atterrato poco dopo nei pressi di San Giusto. Il 52enne venne portato a Careggi dove è rimasto ricoverato in rianimazione per tutto questo tempo. La situazione non è mai migiorata fino al tragico epilogo di oggi. Il giorno dell’incidente la polizia municipale ha aperto le indagini facendo i primi accertamenti sul posto. Secondo quanto ricostruito, Caggiano avrebbe fatto tutto da solo e sarebbe caduto dopo aver perso il controllo della moto in curva mentre percorreva il cavalcavia. In un primo momento non si escluse neppure che potesse avere avuto un malore. Pista che potrebbe essere confermata o smentita dall’autopsia che verrà fatta in questi giorni.