Aggressione in auto Tenta di violentarla di fronte ai parenti Bloccato e arrestato

Il concitato episodio a Calenzano. L’uomo, pratese di 39 anni, ha fermato la giovane, 21 anni, con una scusa, poi ha mostrato i genitali e l’ha gettata a terra saltandole addosso. Ora è in carcere .

Aggressione in auto   Tenta di violentarla  di fronte ai parenti  Bloccato e arrestato
Aggressione in auto Tenta di violentarla di fronte ai parenti Bloccato e arrestato

L’ha fermata con una scusa, per chiederle una informazione. Poi ha cominciato a rivolgerle pesanti apprezzamenti fino a mostrarle le parti intime. La ragazza impaurita ha provato ad andarsene ma è stata raggiunta e gettata a terra. E’ stato solo grazie al tempestivo arrivo dei carabinieri che le cose non sono degenerate. Il brutto episodio è avvenuto sabato nel primo pomeriggio a Calenzano dove la giovane, 21 anni e residente a Firenze, si era recata per fare visita ad alcuni parenti. Nei guai è finito un uomo di 39 anni, residente nella provincia di Prato, che è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Campi Bisenzio con la grave accusa di tentata violenza sessuale. L’uomo è in carcere in attesa della convalida del fermo di fronte al gip. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Prato, competente per il territorio di Calenzano.

La ricostruzione del brutto episodio è piuttosto lacunosa e intricata anche perché il fatto è stato parecchio movimentato.

Secondo quanto riferito dai carabinieri, l’uomo, censito in banca dati delle forze di polizia e con un precedente per lesioni, ha avvicinato la ragazza con una scusa e l’ha fermata. La giovane si stava recando a bordo della propria auto a trovare i propri parenti che abitano a Calenzano. Quando ha capito che l’uomo la stava importunando, la ragazza, impaurita anche dalla richiesta di salire sull’auto del trentanovenne, ha tentato di allontanarsi ma il suo aguzzino l’ha raggiunta e con la propria auto le ha sbarrato la strada impedendole di passare con la sua macchina. A quel punto, l’uomo ha aperto lo sportello dell’auto della ragazza e si introdotto all’interno, pronunciando frasi volgari e manifestando l’intenzione di avere un rapporto sessuale con lei Non contento ha anche mostrato i genitali. La ventunenne è riuscita per una seconda volta ad allontanarsi e a telefonare ai propri parenti per chiedere aiuto. I familiari l’hanno raggiunta sul posto.

Il pratese, incurante della presenza di altre persone, ha bloccato la ragazza in strada e l’ha fatta cadere per terra. Poi si è sdraiato sopra di lei, con la chiara intenzione di compiere un rapporto sessuale.

Solo il tempestivo intervento della pattuglia dei carabinieri di Campi Bisenzio, allertati dalla centrale del 112, è riuscito a evitare che la situazione degenerasse ulteriormente. E’ stato chiesto l’intervento dei sanitari del 118 che hanno trasportato la vittima, visibilmente scossa e sotto choc, al pronto soccorso dell’ospedale di Firenze da cui è stata dimessa dopo qualche ora con una prognosi di tre giorni per trauma cranico lieve e una abrasione a un ginocchio. La ragazza è stata accompagnata in ambulanza da una donna carabiniere che è stata con lei per confortarla.

Il pratese è stato dapprima bloccato, portato in caserma e arrestato per il reato di violenza sessuale. Il pm di turno ha disposto che venisse portato in carcere alla Dogaia in attesa di convalida.