Ivan Marcucci
Ivan Marcucci

Pontedera (Pisa), 20 ottobre 2018 - Incredibile la vita. Un anno e mezzo fa Ivan Martucci di Pontedera sognava di diventare un paracadutista dell’Esercito Italiano. Oggi sogna di vincere un Mondiale di calcio. Anni e anni di lavoro, sudore e sacrifici con il sogno di diventare un militare. Dal trasferimento in Toscana alle fatiche che comporta diventare parà. Poi, mentre tutto stava davvero per realizzarsi, un incidente in moto gli ha portato via tutto. Quell’incidente del 17 giugno di un anno fa gli è costato l’amputazione di una gamba. Calò il sipario sulla favola chiamata Esercito. Ma non se ne andarono gli insegnamenti che l’educazione militare era riuscita a trasmettere al giovane Ivan. «Lì quando cadi devi rialzarti, in qualunque modo» ci aveva raccontato il 27enne, quando il dispiacere ancora non era passato ma aveva già iniziato a conoscere una nuova realtà, la Nazionale Italiana di Calcio Amputati.

Pian piano Ivan, che prima dell’incidente giocava negli Amatori Peccioli, è entrato in contatto con i ragazzi che come lui avevano la passione per il calcio. Dopo un provino lo scorso dicembre, sono arrivate le prime convocazioni nelle amichevoli, poi gli venne assegnata la maglia numero 15, la sua preferita. Ma l’obiettivo di Ivan è sempre stato un altro: la convocazione ai Campionati Mondiali in programma in Messico dal 27 ottobre al 4 novembre prossimi. Nei giorni scorsi la Fispes ha fatto le convocazioni.

E in quella lista c’è Ivan Martucci, maglia numero 15. Dallo scorso anno Ivan si allena tutti i giorni, due volte al giorno, con il suo preparatore atletico personale, il capannolese Gioele Salvadori. Ivan ha avuto la possibilità di rimettersi in gioco, di ricominciare a correre, superando ogni giorno nuovi limiti.

"Sono emozionatissimo per una convocazione che è stata davvero sudata – dice Ivan che il 23 ottobre volerà in Messico – dopo tanti sacrifici raggiungo un traguardo che definirei epico. All’inizio mai mi sarei aspettato tanto. Devo ringraziare Gioele che mi ha sempre dato la forza e la voglia di continuare ad andare avanti. Adesso sono carico come una molla, non vedo l’ora di partire".

Per Ivan parte una nuova avventura, finalmente con la maglia Azzurra cucita sulla pelle. La Nazionale, guidata dal Ct Renzo Vergnani, è inserita nel Gruppo B insieme ad Argentina, Francia e Ghana. L’esordio sarà il domenica 28 ottobre contro il Ghana. La sua rivincita è già iniziata e allora…in bocca al lupo Ivan.