Cascine di Buti(Pisa), 8 aprile 2021 Mario Ferretti non ce l’ha fatta. Il Covid l’ha strappato all’affetto della moglie Giuliana Manzi, del figlio Maurizio, della nipote Valentina, del fratello Ferdinando e del piccolo Cristiano, il bisnipote di cui andava tanto fiero. La nipote Valentina ha potuto incontrare il nonno per pochi minuti martedì scorso. Mario l’ha salutata dicendole "vai, che mi si stanno chiudendo gli occhi". "Mio nonno aveva capito che non ce l’avrebbe fatta", dice la nipote commossa.
Ferretti abitava a Cascine di Buti, ma era conosciutissimo a anche a Bientina e Vicopisano. Titolare di un’azienda di autospurghi – che ora è gestita dal figlio – Mario era un grande appassionato di veicoli d’epoca. In particolare la Vespa, la mitica Vespa Piaggio, e i trattori. Questa sua passione l’aveva portato a partecipare a numerosi raduni e a far parte di vari club. Aveva 84 anni e da alcuni giorni non stava bene dopo aver contratto il coronavirus. Le condizioni dell’anziano si sono aggravate nei giorni scorsi tanto da rendere urgente il ricovero nel reparto Covid dell’ospedale di Pontedera dove ieri mattina, purtroppo, è deceduto.
La salma è stata trasportata nella serata di ieri nelle cappelle del commiato dell’agenzia Magnani a Bientina dove rimarrà esposta per le visite degli amici e dei conoscenti fino a domani poco prima delle 15 quando è fissato il funerale nella chiesa parrocchiale di Cascine di Buti.