Navette, rivoluzione al via: "Le linee urbane gratuite diventeranno quattro"

Il piano sarà in due fasi: le corse raggiungeranno tutti i quartieri e il viale Piaggio. Franconi: " Risposte importanti al lavoro fatto sui parcheggi scambiatori".

Navette, rivoluzione al via: "Le linee urbane gratuite diventeranno quattro"

Navette, rivoluzione al via: "Le linee urbane gratuite diventeranno quattro"

La rivoluzione di navette ed autobus in città. Pontedera vuol diventare la città con il più ampio servizio di trasporto pubblico locale in Toscana. Da lunedì prossimo 26 febbraio entreranno in vigore le prime novità mentre la fase 2 di questa rimodulazione entrerà in vigore dal 22 aprile. Già da lunedì si passera da due a tre navette gratuite. Alla navetta A e alla navetta B si aggiungerà una navetta C che parte da piazza Garibaldi e, passando per piazza del Duomo e Villaggi arriva al Chiesino. Al ritorno passa dalla zona stazione per rientrare in piazza Garibaldi con fermate ogni 30 minuti.

Mentre la navetta B, che collega piazza Garibaldi al cimitero, ‘sdoppia’ il suo passaggio passando anche da viale Rinaldo Piaggio e dando un servizio anche ai pendolari che potranno lasciare l’auto ai cimiteri e raggiungere la stazione. A queste tre se ne aggiungerà poi una quarta, la navetta D, che collegherà Pardossi a Fornacette, ma questo nella seconda fase che partirà ad aprile, insieme a tutte le novità che riguarderanno il trasporto pubblico locale e il collegamento con tutte le frazioni e i quartieri della città. "Queste novità – ha detto l’assessore Mattia Belli – renderanno Pontedera una delle città che, a livello regionale, avrà uno dei servizi di trasporto pubblico locale urbano tra i più ampi. Ringraziamo Autolinee Toscane, la Regione, la Provincia di Pisa e l’Unione Valdera che, assieme al Comune, hanno lavorato per più di un anno per poter arrivare a questi risultati. Con la fase 2 implementeremo le linee urbane, che passeranno da due a tre, per dodici mesi all’anno, dal lunedì al sabato, toccando tutti i quartieri e tutte le frazioni". Nello specifico – come precisato da Riccardo Barsaglini di Autolinee Toscane – si passerà da coprire 235.000 km su base annua ad un totale di 368.000 km. Ad aprile le linee da due diventeranno tre, collegando meglio anche Treggiaia alta e Montecastello, 12 mesi all’anno, dal lunedì al sabato.

"Mettiamo a disposizione un servizio di trasporto pubblico – ha detto il sindaco Matteo Franconi – che dà risposte importanti nella direzione del lavoro fatto sui parcheggi scambiatori e la promozione del trasporto pubblico". "Più bus e meno auto, questo lo slogan della nostra campagna di comunicazione e Pontedera è passata dalle parole ai fatti" ha sottolineato Riccardo Nannipieri dell’area marketing dell’azienda.