Lo scacchiere delle alleanze. Altini-Gussetti, accordo vicino. Giglioli non seduce Filo Rosso

Lo sfogo di Altini: "Cercano di indebolirmi dicendo che non voglio fare il sindaco e non è vero" .

Lo scacchiere delle alleanze. Altini-Gussetti, accordo vicino. Giglioli non seduce Filo Rosso

Lo scacchiere delle alleanze. Altini-Gussetti, accordo vicino. Giglioli non seduce Filo Rosso

Ore cruciali. Di incontri e limature. Di timide aperture e improvvisi retromarcia. Tutto può cambiare, anche all’ultimo minuto. Centrodestra e centrosinistra – che si sfideranno al ballottaggio Giglioli-Altini - stanno cercando di mettere in piedi ognuno l’esercito più forte dell’altro. C’è stato, si apprende, un primo contatto Altini-Vita Nova. Un primo approccio: Altini deve incassare il via libera di Lega e Fratelli d’Italia per un eventuale accordo con il cartello civico nel quale erano confluiti esponenti del Carroccio e membri del circolo della Meloni.

Oggi dovrebbe esserci l’incontro con Gussetti. Per quanto riguarda invece l’appoggio di Fattori e dei Riformisti il centrodestra può contare sulle parole spese in campagna elettorale: Fattori ha sempre detto "mai con Giglioli". "Abbiamo la possibilità di vincere e voglio coglierla – dice Altini – . A chi dice, per indebolirmi, che non voglio fare il sindaco per ragioni di lavoro, rispondo: votatemi e vedrete, farò il sindaco". Le cose non starebbero andando bene fra Giglioli e Filo Rosso. L’accordo fra centrosinistra e la lista rivelazione delle elezioni guidata si starebbe allontanando nonostante un primo corteggiamento che sembrava aver spianato la strada: le distanze sarebbero sul piano politico, quelle stesse che sono state alla base della nascita della lista. La porta, forse, è ancora socchiusa. Oggi il giorno decisivo.

C. B.