L’asilo riapre: "La frana non lo minaccia"

L'asilo di Crespina Lorenzana riapre dopo la chiusura causata da una frana. Le verifiche sulla stabilità del terreno sono state completate e l'edificio è considerato sicuro.

L’asilo riapre: "La frana non lo minaccia"
L’asilo riapre: "La frana non lo minaccia"

Formalmente l’asilo è riaperto da ieri. Ma i bambini ci torneranno lunedì 19 febbraio: le attività didattiche dove erano stati dislocati sono in corso e c’è bisogno di riorganizzare il tutto per riprenderle nell’edificio che avevano lasciato precauzionalmente a causa di una frana sovrastante generata dal maltempo del 2 novembre scorso quando la tempeste Ciaran si abbattè pesantemente anche sulla Valdera. "Le verifiche sulla stabilità geologica del terreno commissionate dal Comune sono terminate e, con ordinanza sindacale – spiega il primo cittadino Thomas D’Addona – ho disposto la revoca della chiusura della scuola dell’infanzia Teste Fiorite di Lorenzana". "L’asilo quindi può riaprire in sicurezza – aggiunge il sindaco –. Il trasferimento dei bambini sarà gestito dalla direzione didattica nei prossimi giorni compatibilmente con le esigenze didattiche e organizzative".

"Lo smottamento che ha portato all’ordinanza di chiusura aveva destato serie preoccupazioni per l’incolumità della scuola – sottolinea D’Addona –. Per questo motivo abbiamo disposto la chiusura della scuola per il tempo necessario ad effettuare le opportune verifiche. Siamo certi di aver operato con la dovuta e necessaria prudenza. Siamo lieti che il pendio si possa ritenere sicuro e che la scuola possa riaprire". Il Comune aveva dato incarico ad un perito di valutare la pericolosità del movimento franoso "ed è emerso – conclude il sindaco – che questo è fermo e non minaccia l’edificio".

Carlo Baroni