Il gioco dei rioni Sfilate, duelli e cene Casciana Terme incorona il Centro

Tanto pubblico per la festa tornata in grande stile dopo due anni di stop. I 6 giorni di appuntamenti si sono conclusi ieri con la vittoria della Gorina.

di Giuseppe Pino

Grande successo di pubblico per la Festa dei rioni a Casciana Terme. Segno evidente della molta voglia che nella cittadina termale c’era di tornare a festeggiare tutti insieme dopo due anni di sosta per la pandemia e dopo l’edizione della ripartenza dello scorso, festa che era stata celebrata in forma ridotta con la sola sfida tra i quattro rioni, questa volta in notturna, nei giochi in piazza. Giochi che avevano comunque visto tanta partecipazione e il trionfo del rione Centro. Quest’anno la festa dei rioni, la Casina rappresentata dal colore blu, il Centro dal rosso, la Gorina dal verde e il Pietraia dal giallo, è invece tornata nella sua formula tradizionale, ovvero giochi e sfilate. E il rione Centro è tornato a vincere nella sfida dei giochi anche se la classifica finale si era chiusa con un parimerito a 23 punti con la Gorina, sfida che è poi stata decisa a favore dei rossi per aver vinto un numero maggiore di giochi. Avevano chiuso la graduatoria la Casina a 21 punti e il Pietraia a 19. Al Centro erano andati "l’albero della cuccagna", e "l’assalto al castello", alla Casina il "bevi che ti passa" e il "tiro alla fune". Infine al Pietraia la "corsa dei carretti". Per la Gorina invece solo buoni piazzamenti. "Siamo ripartiti alla grande – ha detto Fabio Sassetti coordinatore del comitato 3 Maggio – tanta gente, tanto entusiasmo, tanto spettacolo. Quello che vorrei però sottolineare – ha aggiunto Sassetti – è la grande sportività, nonostante il forte agonismo, e la lealtà che tutti i partecipanti hanno dimostrato. A partire dai più e dai bambini che si sono dati battaglia nei giorni precedenti per arrivare ai più grandi protagonisti della sfida conclusiva. E questo è soprattutto dei capisquadra che hanno istruito a dovere i loro atleti". E allora ricordiamoli i capitani: Michele Messerini per la Casina, Edoardo Benevento per il Centro, Matteo Dini per la Gorina e Matteo Del Vita per il Pietraia. Nel pomeriggio le sfilate hanno visto invece prevalere il rione Gorina che aveva preparato la sua sfilata sul tema "Uomo e tecnologia digitale" rifacendosi così della delusione patita nei giochi.

Questi i risultati e i temi affrontati dagli altri rioni: le "Favole dimenticate" che hanno valso il secondo posto al rione Pietraia, il "Moulin Rouge" per il Centro finito terzo e il "Ritorno agli anni 90" per la Casina che ha chiuso la clsassifica. "Un grande ringraziamento a tutti i paesani – ha concluso Sassetti – in soli due mesi sono riusciti a mettere insieme sfilate di alto livello, mostrando una organizzazione impeccabile e una grande forza di coinvolgimento".