Il ballottaggio e gli accordi. Un duello all’ultimo voto

Manovre in corso per arrivare ad un accordo fra Altini, Gussetti e Marzia Fattori. Simone Giglioli strizza l’occhio a sinistra e tenta il recupero di Filo Rosso.

La partita è aperta. Pur nelle distante stabilite dal voto. Simone Giglioli (centrosinistra) avanti di oltre dici punti su Altini (centrodestra). Ma il ballottaggio è come i tempi supplementari. Si riparte da zero. Allora some si muovono le liste in vista delle urne del 23 e 24 giugno? Quali strategie si stanno delineando? Che trattative ci sono? Due tavoli si apriranno nelle prossime ore, dopo che ci sarebbero già stati i primi contatti informali. Lucio Gussetti (Vita Nova e Stil Novo), Michele Altini (Lista Michele Altini Sindaco e Fratelli d’Italia) e Marzia Fattori (Riformisti) avvieranno un confronto per capire se ci sono convergenze per creare un fronte unico. Lo conferma Marzia Fattori: "L’unica certezza è che affronteremo l’argomento, avvieremo una riflessione e poi tireremo le somme. Impossibile aggiungere altro, per ora". E’ chiaro che questa può essere l’unica chance di Altini per affrontare con qualche chances il rush finale. Il come sarà un ulteriore passo.

Altini correrà con le sue liste e Gussetti e Fattori inviteranno gli elettori a sostenerlo? Ci sarà, addirittura, un "apparentamento" delle liste? Anche la scelta fra queste due opzione ha un peso diverso sull’elettorato. Fattori aggiunge solo un dettaglio: "Nessuna trattativa è possibile con il centrosinistra che sostiene Giglioli, questo è un dato granitico". Se centrodestra, Vita Nove e Riformisti si "apparentano", anche la stessa sommatoria dei voti del primo turno – pur non rappresentando un dato scientifico – offre l’indicazione che qualche opportunità potrebbero averla.

E il centrosinistra? Anche qui ci sarà un tavolo fra Pd - Noi San Miniato con Filo Rosso, quest’ultima la vera rivelazione delle elezioni. Obiettivo di Giglioli sarebbe quello di recuperare terreno laddove è stato perso, ovvero a sinistra. Quel "soccorso rosso" che potrebbe giocare il ruolo decisivo nel testa a testa con Altini. Filo Rosso sarà disponibile? Non è certo. E se sì, a che prezzo? Da tenere presente che Giglioli ha già davanti uno scacchiere complicato per la formazione delle giunta, che deve tenere di conto di risultati, sensibilità e accordi elettorali. L’apparentamento con Filo Rosso offrirebbe molte certezze. Se la lista di sinistra lascia libero l’elettorato, il quadro si farebbe, diversamente, molto più incerto.

Carlo Baroni