Furto e devastazione. La furia dei malviventi allo stadio della Cuoio. Colpiti uffici e spogliatoi

Per di mira il Masini per rubare pochi spiccioli delle macchinette

Furto e devastazione. La furia dei malviventi allo stadio della Cuoio. Colpiti uffici e spogliatoi
Furto e devastazione. La furia dei malviventi allo stadio della Cuoio. Colpiti uffici e spogliatoi

SANTA CROCE

Tanti danni per un furtarello. Fine anno con amara sorpresa per la Cuoiopelli. Ieri mattina, alcuni dirigenti e il custode che sono andati allo stadio Masini per preparare gli spogliatoi in vista della partitella in famiglia tra la prima squadra e la compagine juniores, hanno trovato i locali sul retro della tribuna – lavanderia, ufficio, spogliatoi – completamente devastati da ignoti. Secondo una prima ricostruzione si tratterebbe dell’opera di alcuni ladri che erano in cerca di soldi e spiccioli dalle macchinette del caffè e dal fondo cassa del bar. Non di un atto vandalico, come poteva sembrare da una prima ipotesi visti i danni che i malviventi hanno commesso per entrare negli ambienti sottostanti la tribuna centrale dello stadio di via di Pelle.

Alcune settimane fa, precisamente il 22 ottobre, in concomitanza con la trasferta della compagine biancorossa a Camaiore, della sul retro della stessa tribuna era stata pesantemente danneggiata la macchina dell’ex presidente Claudio Pagni. Più di recente, il 7 novembre, i ladri hanno preso di mira il bar del PalaParenti, il palazzetto dello sport dove giocano i Lupi e le squadre del settore giovanile biancorosso. Impianti sportivi sotto tiro a Santa Croce in questi ultimi tempi. Il danno allo stadio Masini è piuttosto consistente. Dovranno essere rifatte le porte, è stato rotto un computer della Cuoiopelli e sono stati messi a soqquadro tutti gli ambienti. Ma, a parte qualche decina di euro degli spiccioli delle macchinette del caffè e del fondo cassa del bar, non è stato rubato niente altro. L’assessore allo sport, Simone Coltelli, ha subito effettuato un sopralluogo ieri mattina dopo che i carabinieri avevano svolto gli accertamenti e i rilievi per cercare di risalire agli autori. Coltelli, accompagnato dai dirigenti della Cuoiopelli, ha preso atto dell’elenco dei danni.

Mentre la prima squadra e i ragazzi della juniores erano in campo per la partitella di allenamento, i dirigenti della Cuoio hanno cercato di rimettere a posto le cose nella lavanderia e nell’ufficio. Il fatto ha provocato parecchio sconforto, e anche rabbia, in tutto l’ambiente biancorosso.

Marco Lepri

Gabriele Nuti