Casa per Frida nei locali dell’ex anagrafe

Il Comune di San Miniato Basso assegna gli ex uffici anagrafe di via dei Beccai all'associazione Frida, per sostenere le donne vittime di violenza. L'immobile sarà utilizzato per attività sociali, senza scopo di lucro, a beneficio della comunità.

Casa per Frida nei locali dell’ex anagrafe
Casa per Frida nei locali dell’ex anagrafe

Nuovo futuro per i locali degli ex uffici anagrafe di via dei Beccai a San Miniato Basso che sono stati assegnati all’associazione Frida - Donne che sostengono donne Aps. Il Comune, proprietario dell’immobile, dopo il trasferimento dei servizi demografici nella nuova sede di via Aporti, tramite un bando, aveva messo questi spazi a disposizione delle associazioni del terzo settore, con la finalità di utilizzarli per attività inerenti all’ambito sociale, di interesse pubblico e senza scopo di lucro. Al bando hanno partecipato tre associazioni, tra queste Frida è risultata la più rispondente a quanto richiesto, ottenendo così il maggior punteggio e aggiudicandosi gli spazi. "Si tratta di un comodato d’uso gratuito della durata di 5 anni, durante i quali tutte le spese relative alla gestione dell’immobile saranno a carico dei comodatari - spiegano il sindaco Simone Giglioli e l’assessore alle pari opportunità Elisa Montanelli -. L’associazione Frida, per vocazione e per mission, è risultata essere quella che maggiormente si avvicinava ai criteri richiesti dal bando, quelle finalità sociali che la nostra amministrazione aveva messo come condizione principale per l’assegnazione degli spazi". "Vista la loro attività variegata e attiva su diversi fronti, hanno necessità di ulteriori spazi e siamo felici che questa sede possa tornare a nuova vita, mettendosi al servizio di uno scopo nobile come quello che Frida persegue da anni – proseguono gli amministratori: l’eliminazione della violenza sulle donne. Alla luce dei recenti fatti di cronaca ci è sembrato importante valorizzare il lavoro di un’associazione come Frida".