Ripristino del plesso scolastico dell’Istituto Professionale Marconi, interviene la Lega

San Giovanni, la segreteria provinciale della Lega sollecita il presidente della provincia Alessandro Polcri a non perdere ulteriore tempo

vecchi
vecchi

Arezzo, 6 novembre 2023 – La segreteria provinciale della Lega sollecita il presidente della provincia Alessandro Polcri a non perdere ulteriore tempo ma ad intervenire immediatamente per il ripristino del plesso scolastico dell’Istituto Professionale Marconi di San Giovanni Valdarno e a dare parere favorevole alla convenzione con il comune di

Montevarchi per permettere gli studenti di poter riprendere il loro

cammino scolastico messo a rischio dalla mancanza di ore effettuate.

Risposte in sostanza che possano dare una svolta alla situazione

dell'Istituto Marconi di San Giovanni Valdarno dove, venerdi scorso,

si sono verificati ulteriori distacchi di intonaco e di frammenti di

plexigrass da una pensilina dopo il crollo del contro soffitto che il 5

settembre scorso ha reso inagibili 20 aule e 15 laboratori su cui

ruotano 22 classi, tutte del Percorso professionale. Lo spunto parte

da una lettera di sfogo ricevuta dalle famiglie che, dopo aver

ricostruito con puntualità il quadro degli eventi, chiedono a gran

voce risposte certe e veloci dal momento che "gli studenti che hanno

scelto un percorso di studi professionalizzante rischiano di vederlo

invalidato se non viene raggiunto il minimo di 990 ore di attività

formative previste ogni anno”. Il 26 ottobre l'Isis Marconi ha

comunicato alla Provincia di aver individuato presso i locali della

Biblioteca di Montevarchi 4 aule immediatamente fruibili per

l’Indirizzo Acconciatori ed un locale per il laboratorio CAD e

Progettazione Moda ma, scrivono le famiglie, l’istituto non ha

ricevuto, al 31 ottobre, dalla Provincia alcuna risposta, a fronte di

lavori per il ripristino del plesso non ancora cominciati, "Come

segreteria provinciale, certi che in primo piano ci sia il dovere di

stare dalla parte delle famiglie, senza alcuna strumentalizzazione

politica ma con la finalità di dare un mano concreta a 1580 studenti

e 2972 genitori, chiediamo alla Provincia – sottolinea il segretario

provinciale Gianfranco Vecchi – di non perdere tempo ulteriore, di

dare la possibilità agli studenti di poter utilizzare la proposta del

comune di Montevarchi e di avviare subito i lavori di ripristino e

messa in sicurezza del plesso scolastico. Restiamo a disposizione

delle famiglie per sostenere le legittime istanze degli studenti."