Elezioni amministrative (Foto di repertorio)
Elezioni amministrative (Foto di repertorio)

Firenze, 24 maggio 2019 - Una domenica 26 maggio di urne aperte. Un Election Day con due schede: una per le Europee e una per le amministrative, ovviamente soltanto nei Comuni che rinnovano il sindaco. Dunque la Toscana va al voto per un appuntamento importante a livello politico. I cui risultati potranno avere degli strascichi a livello locale e nazionale. E c'è un esercito di candidati ai consigli comunali. La campagna elettorale è stata lunga e ricca di eventi e appuntamenti. Ora parlano le urne. Ma ecco tutte le informazioni. 

ELEZIONI EUROPEE

Si vota dalle 7 alle 23. Lo spoglio delle schede partirà subito dopo la chiusura dei seggi. Non in tutti i Paesi si vota nello stesso giorno. L'Italia ha scelto domenica 26 maggio per accorpare il tutto con le elezioni comunali. Per tutti i Paesi, qualunque sia il giorno di voto, lo spoglio parte comunque alle 23 di domenica 26 maggio. L’Italia è divisa in cinque circoscrizioni elettorali, la regione Toscana fa parte di quella denominata ‘Centro Italia’, a cui corrisponde una scheda elettorale di colore fucsia.

L’elettore dovrà esprimere la propria preferenza tracciando un segno ‘X’ sul contrassegno della lista prescelta. Si possono inoltre esprimere fino a tre preferenze, scrivendo il nome e cognome (o solo cognome) dei candidati prescelti a fianco del contrassegno. Nel caso si esprimano due o tre preferenze, è obbligatorio scegliere candidati di sesso diverso, altrimenti la seconda e la terza preferenza verranno annullate.

Per votare bisogna aver compiuto 18 anni, essere in possesso della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. In caso di tessera elettorale smarrita, bisogna richiederne un duplicato all’ufficio elettorale del proprio comune, dopo aver effettuato la denuncia di smarrimento.

ELEZIONI COMUNALI

Sono ben 187 su 293 esistenti i Comuni toscani che vanno al voto. Si tratta dunque di un'elezione molto corposa, con tanti sindaci che cambieranno. Delle 187 amministrazioni che saranno rinnovate, 25 sono della provincia di Arezzo; 35 di Firenze; 16 di Grosseto; 13 di Livorno; 20 di Lucca; 8 di Massa; 26 di Pisa; 5 di Prato; 10 di Pistoia; 29 di Siena.

Nei Comuni sopra i 15mila abitanti potrà esserci un doppio turno: se alle elezioni del 26 maggio nessun candidato raggiungerà il 50% + 1 dei voti, due settimane dopo, ovvero domenica 9 giugno, si andrà al ballottaggio tra i due candidati che avranno ottenuto più voti. Capoluoghi al voto: Firenze, Prato, Livorno. Comuni sopra i 15mila abitanti al voto: Agliana, Bagno a Ripoli, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Capannori, Castelfiorentino, Cecina, Certaldo, Colle di Val d'Elsa, Collesalvetti, Cortona, Empoli, Figline e Incisa Valdarno, Follonica, Fucecchio, Lastra a Signa, Massarosa, Monsummano Terme, Montecatini-Terme, Montemurlo, Piombino, Poggibonsi, Ponsacco, Pontassieve, Pontedera, Rosignano Marittimo, San Casciano in Val di Pesa, San Giovanni Valdarno, San Giuliano Terme, San Miniato, Scandicci, Signa.

TUTTI I COMUNI AL VOTO

Ecco, in ordine alfabetico, tutti i Comuni toscani al voto, sopra e sotto i 15mila abitanti.  

Abbadia San Salvatore, Agliana, Arcidosso, Asciano

Badia Tedalda, Bagno a Ripoli, Bagnone, Barberino di Mugello, Barberino Tavarnelle, Barga ,Bibbiena, Bibbona, Borgo a Mozzano, Borgo San Lorenzo, Bucine, Buggiano, Buonconvento

Calci, Calcinaia, Calenzano, Campiglia Marittima, Camporgiano, Cantagallo, Capalbio, Capannoli, Capannori, Capoliveri, Capraia e Limite, Careggine, Casale Marittimo, Casciana Terme Lari, Casola in Lunigiana, Casole d'Elsa, Castagneto Carducci, Castel del Piano, Castel Focognano, Castel San Niccolò

Castelfiorentino, Castelfranco di Sotto, Castelfranco Piandiscò, Castell'Azzara, Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Castelnuovo di Garfagnana, Castelnuovo di Val di Cecina, Castiglion Fibocchi, Castiglion Fiorentino, Castiglione di Garfagnana, Castiglione d'Orcia, Cavriglia, Cecina, Cerreto Guidi

Certaldo, Cetona, Chianciano Terme, Chianni, Chiesina Uzzanese, Chitignano, Chiusdino, Chiusi della Verna, Cinigiano, Civitella Paganico, Colle di Val d'Elsa, Collesalvetti, Comano, Cortona, Crespina Lorenzana

Dicomano

Empoli

Fabbriche di Vergemoli, Fauglia, Fiesole, Figline e Incisa Valdarno, Filattiera, Firenze, Firenzuola, Fivizzano, Foiano della Chiana, Follonica, Fosciandora, Fosdinovo, Fucecchio

Gaiole in Chianti, Gallicano, Gambassi Terme, Greve in Chianti, Guardistallo

Isola del Giglio

Lajatico, Lamporecchio, Lastra a Signa, Licciana Nardi, Livorno, Londa, Loro Ciuffenna, Lucignano

Marciana, Marciano della Chiana, Massa e Cozzile, Massa Marittima, Massarosa, Minucciano, Molazzana, Monsummano Terme, Montaione, Montale, Montecarlo, Montecatini-Terme, Montelupo Fiorentino, Montemurlo, Montepulciano, Monterchi, Monteriggioni, Monteroni d'Arbia, Monterotondo Marittimo, Montescudaio, Montespertoli, Monteverdi Marittimo, Montieri, Montopoli in Val d'Arno, Murlo

Ortignano Raggiolo

Palaia, Palazzuolo sul Senio, Peccioli, Pelago, Pescaglia, Piancastagnaio, Pienza, Pieve a Nievole, Pieve Santo Stefano, Piombino, Podenzana, Poggibonsi, Pomarance, Ponsacco, Pontassieve, Pontedera, Poppi, Portoferraio, Prato, Pratovecchio Stia

Radda in Chianti, Radicofani, Radicondoli, Rapolano Terme, Roccastrada, Rosignano Marittimo, Rufina

Sambuca Pistoiese, San Casciano dei Bagni, San Casciano in Val di Pesa, San Gimignano, San Giovanni Valdarno, San Giuliano Terme, San Godenzo, San Miniato, San Quirico d'Orcia, San Romano in Garfagnana, San Vincenzo, Santa Croce sull'Arno, Santa Fiora, Scandicci, Scarlino, Scarperia e San Piero, Seggiano, Sestino, Signa, Sinalunga, Sorano, Sovicille, Stazzema, Subbiano, Suvereto

Talla, Terranuova Bracciolini, Terricciola, Torrita di Siena, Tresana

Vagli Sotto, Vaglia, Vaiano, Vernio, Vicchio, Vicopisano, Villa Basilica, Villa Collemandina, Vinci, Volterra

LA MAPPA

I NUMERI DELLE COMUNALI

Sono 35 i Comuni sopra i 15mila abitanti che vanno al voto. Tre i capoluoghi di provincia: Firenze, Prato e Livorno. Tra i Comuni più grossi, oltre ai tre capoluoghi, che rinnovano il sindaco ci sono Scandicci, Empoli, Capannori, Piombino, Rosignano Marittimo, San Giuliano Terme, Poggibonsi, Pontedera, Cecina, San Miniato, Bagno a Ripoli, Figline e Incisa, Fucecchio e Cortona.

I sindaci non ricandidabili sono 45; mentre nelle amministrazioni sotto i 3mila abitanti (che in questo caso sono 56) il sindaco può ricandidarsi anche oltre i due mandati. Il Comune più grande al voto è Firenze con 380.948 abitanti; il più piccolo è Careggine (Lucca) con 539 abitanti.

Il Comune più grande al voto è Firenze con 380.948 abitanti. Il più piccolo è Careggine in provincia di Lucca. Il 78% dei candidati è uomo, il 22% donna.