Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 gen 2022

Un sms per il green pass scaduto Ma il padre è morto da settembre

Il messaggio è stato inviato dal Ministero della salute. La rabbia: "Gli enti comunicano. solo per bloccare i conti..."

24 gen 2022
Il certificato verde su un cellulare (foto di repertorio)
Il certificato verde su un cellulare (foto di repertorio)
Il certificato verde su un cellulare (foto di repertorio)
Il certificato verde su un cellulare (foto di repertorio)
Il certificato verde su un cellulare (foto di repertorio)
Il certificato verde su un cellulare (foto di repertorio)

"La avvertiamo che il Green pass è scaduto". Si è visto recapitare al cellulare questo messaggio dal Ministero della salute per la certificazione verde del padre Giancarlo Bracali. Tutto in regola se non fosse che l’uomo è morto lo scorso 14 settembre e che anche per questo la sua tessera sanitaria risulta inattivata da mesi. Lo racconta il pistoiese Stefano Bracali che spiega come l’Inps ci abbia messo, a settembre, solo un paio d’ore per bloccare pensione e conti del padre deceduto mentre il Ministero della salute, dopo mesi, ancora non riesce a "vedere" che la tessera sanitaria in uso per il Green pass è inattiva per decesso. "Sarei stato molto contento di poter fare a mio padre la terza dose di vaccino – racconta Bracali – Ma questo testimonia il paradosso dei sistemi informatici italiani. Questo per dire che da una parte sono efficienti per togliere tutti i privilegi, come avvenne per la pensione e per il blocco dei conto correnti di mio padre appena registrato il decesso all’anagrafe, mentre quando si tratta di obblighi del cittadini lo Stato non ci fa caso e questo è quanto succede".

M.M.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?