Un pomeriggio dedicato allo storico Alberto Cipriani. Gli studiosi pistoiesi parleranno della sua attività

Un incontro per ricordare Alberto Cipriani, storico, giornalista e conferenziere, e i suoi contributi alla cultura pistoiese. Martedì 17 ottobre, nella Sala Gatteschi, i figli di Cipriani e vari studiosi approfondiranno la sua attività.

Un legame fortissimo quello dello storico Alberto Cipriani con l’istituzione cittadina della Forteguerriana, suo adorato luogo di studio e frequentazione per lunghi anni, nonché protagonista di tante delle conferenze che qui si sono susseguite nel tempo. Oggi che Cipriani non c’è più è quasi come se nel dovere della stessa Biblioteca ci fosse quello di ricordarlo. Questo sarà il senso del pomeriggio che si terrà martedì prossimo, 17 ottobre (a partire dalle ore 16), nella Sala Gatteschi, organizzato allo scopo di ravvivare il ricordo di tanta disponibilità e gentilezza nei confronti della sua città, della sua Biblioteca. Tanti e importanti gli incarichi ricoperti dallo storico a Pistoia, ma sarà in particolare sulla sua attività di conferenziere, giornalista pubblicista e autore di numerosi articoli e saggi di ambito storico, economico e sociale che si concentrerà l’appuntamento in calendario.

All’incontro, moderato dallo storico Andrea Ottanelli, saranno presenti i figli di Alberto Cipriani e interverrà Maria Stella Rasetti, dirigente del servizio cultura del Comune di Pistoia insieme a numerosi studiosi che approfondiranno vari aspetti della sua attività. Si tratta di Elena Vannucchi e Nilo Benedetti a nome degli Amici della Forteguerriana, Claudio Rosati, Giampaolo Francesconi, Carlo Vivoli, Stefano Bartolini e Giampaolo Perugi. L’invito a partecipare è rivolto a tutti, ma in particolare agli studiosi o appassionati di storia locale, al cui approfondimento Cipriani si è tanto dedicato con entusiasmo, curiosità e competenza, che potranno ricordarlo con un proprio contributo.

l.m.