Rigenerare via Montalbano: "Ma insieme ai privati"

Anticipazione del progetto che sarà presentato alla città giovedì, alla Magia. Prevede la divisione della zona in cinque porzioni per far tornare i servizi.

Rigenerare via Montalbano: "Ma insieme ai privati"

Rigenerare via Montalbano: "Ma insieme ai privati"

Prosegue il percorso per la rigenerazione urbana di via Montalbano e dintorni. La nuova tappa è costituita da un progetto che prevede cinque macro-aree con linee di sviluppo e obiettivi. Il documento di indirizzo strategico che sviluppa un’ipotesi complessiva di programmazione (masterplan) verrà presentato alla cittadinanza giovedì 11 Luglio alle ore 17,30 a Villa La Magia. Oltre al percorso di riqualificazione della via, giovedì, alla Magia, verrà presentato anche il progetto per il collegamento tra il casello autostradale A11 di Prato Ovest e la zona industriale di via Amadori, redatto dall’ingegner Iacopo Ceramelli di Acs Ingegneria. Questo progetto è stato finanziato dalla Regione Toscana per 150mila euro nella parte di fattibilità tecnica ed economica. Per quanto riguarda la nuova fase per la rigenerazione di via Montalbano, il masterplan sarà uno strumento a disposizione dell’amministrazione per le future scelte politiche di governo del territorio. Sulla base di quanto emerso durante la prima fase di ricerca, e interviste ai cittadini e ai portatori d’interesse, realizzata da un gruppo dell’Università di Firenze coordinato dal professor Francesco Alberti con la quale il Comune di Quarrata si è convenzionato, per favorire questo processo via Montalbano verrebbe idealmente frazionata in cinque porzioni. La prima da piazza Risorgimento all’incrocio dei Macelli (tratto di 643 metri); la seconda dall’incrocio dei Macelli a piazza Don Puglisi (348 metri); poi fino al fosso Falchereto (235 metri) e l’ultimo tratto dal fosso Falchereto al torrente Stella (520 metri). Come è stato spiegato ieri dall’amministrazione comunale durante la prima anticipazione alla stampa, il masterplan consiste nell’individuazione dell’ottimo progettuale per poter riportare la strada principale della città a offrire servizi e a proporre miglioramenti per il tessuto urbano.

"Adesso uno degli obiettivi è sollecitare la partecipazione dei vari proprietari degli immobili situati in via Montalbano – ha sottolineato l’assessore Patrizio Mearelli –. Già alcuni si sono confrontati con l’amministrazione comunale e abbiamo avuto risposte positive. E’ importante che i privati si facciano avanti proponendo le loro idee, ciò che potrebbe essere il punto d’arrivo ottimale". Un confronto quindi per mettere a fuoco obiettivi e priorità di sviluppo: "Nell’ottica – ha spiegato il sindaco Romiti – di ridisegnare non solo questa grande arteria della città che è via Montalbano, ma anche il ruolo stesso della nostra città, che si colloca in una posizione strategica sul territorio toscano in quanto vicina a Pistoia, Prato e Firenze"

Daniela Gori