Passione biancorossa, l’intera città è tornata a sognare: numeri da record

Cinquecento tifosi a Bologna e un PalaCarrara sempre stracolmo. La scintilla tra il Pistoia Basket e il suo pubblico si è del tutto riaccesa. E dopo diversi anni ’freddi’, anche gli incassi societari sorridono

Squadra e tifosi esultano a Bologna

CIAMILLO

Pistoia, 3 aprile 2024 – I circa cinquecento tifosi accorsi alla Virtus Segafredo Arena e il centinaio di sostenitori che hanno atteso fuori dal PalaCarrara la squadra al ritorno da Bologna, sono solo le ultime fotografie che testimoniano una passione costantemente in crescita per i colori biancorossi del Pistoia Basket. Il rendimento ben al di sopra delle aspettative della compagine di coach Nicola Brienza in questa stagione finora trionfale ha richiamato in via Fermi sempre più spettatori, come evidenziano i dati. Basti pensare che nel girone d’andata si è registrata una media di 3.244 presenze per le partite interne di Della Rosa e compagni. Una statistica che ha consentito al Pistoia Basket di piazzarsi al dodicesimo posto in termini di pubblico (ma la posizione in graduatoria è più alta se si considera la percentuale di riempimento del palazzetto, che nel caso del PalaCarrara è stata dell’87%) e di compiere un importante salto in avanti rispetto alla scorsa annata. Quando, durante la regular season e la fase ad orologio, i tifosi biancorossi per sfide casalinghe furono di media 1.700, mentre nei playoff si salì fino ad una media di 2.600, con l’exploit dei 3.771 spettatori accorsi per assistere a gara-due di finale con Torino.

Numeri decisamente lontani a quelli attuali, che nel girone di ritorno sono perfino saliti. Nei quattro appuntamenti in via Fermi, sono passati dal PalaCarrara in totale 15.183 tifosi, per una media di 3.796 a partita. I dati sono così divisi: 3.683 contro Scafati, 3.835 contro Milano, 3.830 contro Tortona e 3.835 contro Treviso. Il record stagionale resta comunque quello fissato in occasione del match del 23 dicembre con la Virtus Bologna, ossia 3.916 spettatori, con il tutto esaurito raggiunto sostanzialmente mezz’ora dopo rispetto l’inizio della prevendita. Una regolarità impressionante quella tenuta dai sostenitori biancorossi, che anche in occasione della sfida di domenica contro Reggio Emilia (palla a due alle 19:30) riempiranno il PalaCarrara. La Curva Pistoia e la Gradinata non numerata sono andati sold out dopo pochi minuti dall’apertura della prevendita online e, vista la carica d’entusiasmo dovuta al colpaccio in quel di Bologna e l’importanza della partita in ottica playoff (l’Unahotels precede l’Estra di appena due punti in classifica), è lecito aspettarsi che non si scenderà sotto la soglia dei 3.830, con la speranza di fare anche meglio (leggasi, tutto esaurito).

Insomma , il trend è ancor più positivo rispetto alle migliori annate del recente passato. Il riferimento va ad esempio alla stagione 2015/16, e in particolare al girone d’andata, quando il Pistoia Basket allora allenato da Vincenzo Esposito riusciva a portare in via Fermi qualcosa come 3.674 spettatori. Dopo un primo triennio post ritorno in Serie A1 estremamente positivo a livello di pubblico (e di risultati), qualcosa si inceppò, con un evidente flessione iniziata nel 2018/19: in quella stagione, i tifosi di media al PalaCarrara scesero addirittura sotto la soglia dei 3.000 a partita. Ma il peggio doveva ancora arrivare, con la pandemia e l’autoretrocessione a fare malissimo alla società di Capecchi. Il pubblico biancorosso sembrava ormai disinnamorato, ma le ultimi annate targate Brienza-Sambugaro hanno saputo riaccendere la passione. A trarre giovamento di questo non sono state solo le diverse squadre di Pistoia che si sono alternate al PalaCarrara, ma anche le casse della società, che si frega le mani in vista di possibili nuovi incassi da record ai playoff contro una big del nostro campionato.