Lucilla Di Renzo, direttrice sanitaria ospedale San Jacopo
Lucilla Di Renzo, direttrice sanitaria ospedale San Jacopo

Pistoia, 10 novembre 2020 - "All'ospedale San Jacopo abbiamo attivato ieri gli ultimi 12 posti letto a nostra disposizione, quindi siamo arrivati a cento posti letto in area covid e 22 nelle terapie intensive: sono pieni, stamani c'erano 92 pazienti ricoverati in area covid e 21 in terapia intensiva".

Lo afferma Lucilla Di Renzo, direttrice sanitaria dell'ospedale San Jacopo di Pistoia, dove ieri alle 18 è stato chiuso, fino alle 9 di stamani, il pronto soccorso per pazienti covid, dirottati nella notte all'ospedale fiorentino di Careggi.

"La decisione è stata presa ieri dalla direzione aziendale, per dare un po' di sollievo al pronto soccorso - prosegue Di Renzo -, perché ieri abbiamo avuto un record di accessi, oltre 40 persone nella zona covid del pronto soccorso e la capacità massima era inferiore, quindi per dare modalità e tempi per ricoverare tutti i pazienti che necessitavano di ricovero, abbiamo deciso di interrompere momentaneamente l'accesso al pronto soccorso stesso. Di notte alcune ambulanze sono state dirottate verso Careggi e quindi il nostro pronto soccorso ha potuto prendere un po' di sollievo".

La riapertura è avvenuta stamani alle 9, come previsto. "La situazione - conclude la direttrice sanitaria - ora è abbastanza tranquilla, perché ieri sera siamo riusciti a gestire nella massima sicurezza tutti i pazienti presenti".